Una guardia leghista si candida per difendere Zaia dopo le minacce, il governatore si defila: «Grazie di cuore ma meglio evitare»

Colloquio con il militante De Santi: «La mia sicurezza è affidata ai carabinieri, sono in buone mani»

VENEZIA. Un colloquio lontano da orecchie indiscrete, brevissimo eppure esaustivo. «Presidente, parlo a nome di un gruppo di militanti e simpatizzanti, ci preoccupa l’escalation di minacce nei tuoi confronti e siamo disponibili ad affiancarti nelle occasioni pubbliche con una presenza pacifica ma attiva che concorra alla tua protezione». «Grazie, grazie di cuore, è un’offerta che scalda il cuore ma non drammatizziamo, la mia sicurezza è affidata ai carabinieri, sono in buone mani, non voglio cambiare le mie abitudini né creare disagio ad altri».

Il

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Klopp sul Newcastle al fondo saudita: "Preoccupato per i diritti umani ma nessuno dice nulla"

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi