Ordine alle Ulss: smaltire entro l’anno le quasi 400 mila prestazioni bloccate in Veneto

VENEZIA. L’obiettivo è riguadagnare il tempo perduto, meglio, la montagna di prestazioni ospedaliere non urgenti sospese nell’emergenza pandemica che a tre riprese (marzo e dicembre 2020, aprile 2021) costrinse la sanità a concentrare le risorse umane e materiali disponibili nella cura dei malati Covid.

L’arretrato, ha rivelato Manuela Lanzarin, consiste in 289.127 visite specialistiche ambulatoriali (primi accessi, approfondimenti, controlli) e 198.011 screening (mammografici, cervicali, colorettali) ai quali ha fatto eco la flessione marcata (-31%) delle attività chirurgiche programmate, riconducibile soprattutto all’impiego di anestesisti nelle terapie intensive dedicate ai pazienti coronavirus e alla riconversione delle unità internistiche in corsie Covid. Tant’è.

Cessata la grande paura, i manager delle Ulss del Veneto sono chiamati, entro 15 giorni, a stilare un piano di recupero con l’obiettivo prefissato di azzerare le pendenze entro il 31 dicembre 2021.

Lo prevede la delibera approvata martedì dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alla Sanità, che al riguardo indica tre modalità d’azione: «L’acquisto di prestazioni aggiuntive da parte del personale pubblico, cioè l’incentivo agli straordinari da effettuarsi a lavoro concluso, anche nel fine settimana e nei festivi con compenso pari a 80 euro per i medici e 50 per gli infermieri»;

«L’assunzione in via temporanea e straordinaria delle figure professionali idonee, scontando peraltro la ben nota scarsità di offerta sul mercato»; «L’acquisto di prestazioni presso il privato convenzionato». Si tratta, in verità, dei canali contemplati dalla legge nazionale e a tal fine la Regione può contare sui finanziamenti già erogati dallo Stato. Che altro? Il mandato è vincolante, eventuali deroghe saranno valutate solo in presenza di «situazioni particolari». «È una sfida non semplice, la nostra sanità è reduce da una lunga stagione di fatica e sacrifici, tuttavia siamo fiduciosi», il viatico della Lanzarin 

Video del giorno

Un capriolo tra gli ombrelloni a Bibione, ecco il video

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi