Basket, la Reyer Venezia vince il derby con la De' Longhi Treviso: finisce 82-62

Partita vera solo per un quarto, poi la squadra di De Raffaele mette la quarta con Watt e Tonut. TvB senza Sokolowski, si infortuna Imbrò 

MESTRE. Già la Reyer era considerata favorita in questo derby del Terraglio. Sul parquet le cose, per TvB, giunta al Taliercio dopo le scoppole con Varese e Bologna, prometteva di dare battaglia dopo i rimrotti del presidente Vazzoler. I propositi dei biancocelesti sono evaporati definitivamente dopo che Menetti ha perso durante il riscaldamento Sokolowski, fermatosi per un fastidio al tendine d’Achille. Lockett ha sostituito nel quintetto iniziale l’ala polacca. Poi, dopo 31”, Menetti ha perso anche capitan Imbrò che, cadendo sul parquet, si è procurato una contusione alla spalla.

Dall’altraparte De Raffaele conferma il solito assetto con Stone da “4”.  Nonostante gli orogranata vincano nettamente la lotta sotto i tabelloni (18-8 i rimbalzi), Treviso resta in partita nonostante Tonut sia già in doppia cifra al 10’ (10 punti). Fuga verso la vittoria. Nel secondo parziale non c’è gara. Venezia scappa subto con un parzialone di 8-0 avviato da una bomba di Daye, un gioco da 3 punti di Casarin e una transizione di Mazzola. Treviso, stante l’assenza di Sokolowski, fa fatica ad ingranare. Sotto le plance Watt domina,Mekowulu e Chillo non riescono a contenerlo.

La difesa orogranata è superba: la De’ Longhi segna 5 puti in 7 minuti e il vantaggio di Venezia lievita a +15 (35-20).Watt non si spaventa per il canestro di Russell, Tonut continua la sua sinfonia e al 18’ è +17 (39-22). Si va al riposo sul + 17 (41-24). Sul velluto. Watt riporta la Reyer sul +19, Chappell, con la tripla, confeziona il +20 (46-26). Sembra essere già garbage time dopo il +23 fissato da Watt (50-27). Al di là delle assenze Tvb sembra scarico mentalmente. Sotto le plance Watt domina e Mekowulu è costretto a fare fallo e i conseguenti due tiri liberi del dentro dell’Arizona. La Reyer arriva al +25 (52-27), Treviso riordina le idee e Venezia fa esercizio di narcisimo.

La De’ Longhi confeziona così un parziale di 8-0, ultimato da una bomba di Chillo per il - 17 (52-37). Ci vogliono sempre i due “fratelli” Tonut e De Nicolao per imprimere l’acceleratore. Troppe palle perse in attacco orogranata e Treviso si ridesta dopo i time our di Menetti. Si va al’ultima curva dell’incontro con la De’ Longhi sotto solo di 14 (43-57). Quintetto italiano. De Raffaele schiera un quintetto quasi tutto italiano con Stone unico straniero. Venezia pensava di aver già vinto l’incontro e, invece, ora dovrà mettercela tutta per conquistare i due punti.

Le azioni d’attacco sono farraginose e tal volta non si concludono nell’arco dei 24”. Ci vuole una tripla di Mazzola, una stoppata di Stone su Russell con consegente transizione di De Nicolao per ilnuovo +19 di Venezia. Treviso riprende a sbagliare passaggi, la Reyer, con Tonut e Mazzola è implacabile per il parziale di 9-0 in meno di 3 minuti che fissa il +23 (66-43) di Venezia.

Quando anche Casarin piazza la tripla del +24 (69-45) si capisce che il derby ormai è andato. Il figlio del presidente conquista rimbalzi e fa un lavoro incredibile anche in difesa. Stone e Watt blindano la vittoria, la Reyer continua a prendere sul serio nonostante qualche comprensibile passaggio a vuoto. TvB ha già la testa ai playoff.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi