Scuola in Veneto, non ci sono bus per il 100 per cento in presenza. Zaia: "Lasciare in Dad chi lo vuole"

Questa la situazione garantendo la capienza al 50 per cento. Zaia: "Pensare anche a chi teme per la sicurezza propria e dei familiari"

VENEZIA. Scuola in Veneto, il presidente Zaia vede aperture scaglionate per garantire la sicirezza nei trasporti. O anche garantire a chi vuole di continuare a seguire le lezioni con la didattica a distanza. L'ultima ipotesi che porta avanti Zaia sarebbe quella di abbassare la quota del 100 per cento della didattica in presenza (che parte lunedì).

"Abbiamo 2700 mezzi schierati con 50 per cento in Dad e 50 per cento di capienza dei bus. Portando la didattica al 100 per cento e mantendo i bus a metà bisognerebbe raddoppiare i mezzi. Non ci sono sul mercato i mezzi" ha detto il presidente.

«Abbiamo chiuso domenica la partita dei vaccini per gli over80, stiamo lavorando sui fragili e sui vulnerabili. Abbiamo forzato il sistema per consentire a chi non viene riconosciuto ma può avere diritto, come i caregiver, di entrare nel portale». Lo dice il Presidente del Veneto, Luca Zaia.

«Ora la fascia da aggredire è quella dagli ultra70enni, sono 490 mila, noi in Veneto abbiamo la percentuale più alta, persone che ora contiamo - conclude - di iniziare a vaccinare».

«Dal 26 aprile si riapre: ci vuole massima attenzione. Se ci chiudiamo in casa rischiamo di meno - osserva - però è altrettanto vero che la situazione di equilibrio sta nel mezzo. La responsabilità diventa individuale con mascherina e distanziamento». Sull'abolizione del coprifuoco alle 22, Zaia è chiaro: «ci incontreremo tra governatori. Ci vuole una valutazione collettiva e dall'altro un responso di natura scientifica per capire se i presupposti che hanno determinato quella decisione ci sono tutti».

Il 5% degli over 80 non vuole vaccinarsi. E l'1%  non è stato rintracciato.  

Video del giorno

Morte del sindacalista, schiaffo al responsabile della sicurezza in diretta tv

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi