Covid, Zaia: "La curva in Veneto inizia a decrescere, entro la settimana vaccini a tutti gli over 80"

Il presidente della Regione Veneto: "Non è finita, perché nelle ultime 24 ore sono entrate 70 persone in ospedale. Possiamo affrontare il tema delle possibili riaperture, fermo restando che nel resto d'Italia non c'è la stessa nostra situazione"

VENEZIA. In Veneto «la situazione sembra aver preso buona piega». Lo ha detto il presidente della Regione Luca 
Zaia, commentando i dati sul Covid.
 
«Se la curva delle intensive avesse un cambio di direzione - ha aggiunto - sarebbe una novità, finora non è mai capitato un calo dei posti letto per poi ripartire velocemente.
 
Non è finita, perché nelle ultime 24 ore sono entrate 70 persone in ospedale. Possiamo affrontare il tema delle possibili riaperture, fermo restando che nel resto d'Italia non c'è la stessa nostra situazione», ha concluso. 
 
«Questa settimana chiudiamo con gli over 80». L’ha annunciato il presidente del Veneto Luca 
Zaia parlando della campagna vaccinale.
 
«E ci sono alcune realtà che chiuderanno nelle prossime 24 ore. Sono 358 mila gli ultraottantenni in Veneto, dei quali 100 mila non deambulanti. Ne restano ancora 56 mila da vaccinare e dalla prossima settimana ci impegneremo anima e corpo con la fascia 70-79. Se avessimo vaccini, entro metà maggio chiuderemmo anche con loro»

 

Crema spalmabile di lattuga, noci e feta greca

Casa di Vita
Video del giorno

Auto nel canale a Dolo, il guidatore aiutato a guadagnare la riva

La guida allo shopping del Gruppo Gedi