Anna Bonamigo e Adriano Panatta si sposano a Venezia. Celebra Carlo Nordio

Il prossimo 10 ottobre le nozze tra il campione e imprenditore di tennis e la bella avvocatessa. «L’emergenza sanitaria ci ha consigliato di aspettare. Ma adesso è arrivata l’ora»

la coppia

«È arrivata l’ora» si sono detti dopo sei anni trascorsi insieme tra Roma e Treviso. Lui è un’icona dello sport italiano, lei è la bella avvocatessa trevigiano che l’ha convinto a trasferirsi dalla capitale nella Marca. E così il prossimo 10 ottobre Adriano Panatta e Anna Bonamigo hanno deciso di sposarsi e lo faranno a Venezia a Ca’ Farsetti.

celebrare hanno chiamato Carlo Nordio, il magistrato che ha coordinato il pool di pm che ha scoperchiato lo scandalo del Mose, uno degli amici più intimi della coppia. «Ne parlavamo da tempo», spiega la Bonamigo, «ma il lockdown e l’emergenza sanitaria ci hanno consigliato di aspettare. Ora abbiamo deciso che è arrivata l’ora».

Hanno scelto di non sposarsi a Treviso, la città che sei anni fa ha accolto Panatta. «Ormai sono stato adottato», ha detto il campione capace di vincere nel 1976 gli Internazionali d’Italia, il Roland Garros a Parigi e la Coppa Davis, «È una città molto civile, carina, cordiale. Ho instaurato un rapporto bellissimo». «Io adoro i luoghi d’acqua», aveva poi spiegato, «e Treviso è davvero una piccola Venezia, con in più le distanze ridotte, che io compio volentieri in bici. Se devi andare al cinema fai 100 metri a piedi, se devi andare al ristorante fuoriporta ci metti dieci minuti. Roma, da questo punto di vista, è giusto l’opposto: dilatata, con tempi lunghi e un casino di traffico perenne. In questo, quando sono qui, colgo appieno la differenza. Che è a favore di Treviso».

E qui Panatta, che ha compiuto 70 anni lo scorso mese di luglio, vuole anche lasciare un segno con il recupero dell’ex Zambon, a San Lazzaro. L’obiettivo è quello di poter inaugurare la struttura per settembre 2021. Più che un club, un’azienda vera e propria. Un luogo dello sport e benessere. «Avremo otto campi da tennis, di cui sei al coperto, e quattro per il paddle», ha raccontato, «ci saranno due palestre, una piscina, una spa, una club house e un ristorante. E se dalla scuola tennis, uscirà un campioncino, me ne accorgerò».

Sia Panatta che la Bonamigo sono al secondo matrimonio. Dopo la cerimonia all’interno della Sala degli Stucchi a Ca’ Farsetti, sede del Comune di Venezia, ci sarà la festa per pochi e selezionati invitati che si svolgerà a Palazzo Morosini. «Ovviamente faremo grande attenzione a rispettare tutte le norme per il contenimento del Covid», spiega l’avvocato Bonamigo, «sarà comunque abbastanza semplice perché saremo pochi. E per quanto mi riguarda starò sempre vicina ad Adriano». —


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi