«Sarà un 2021 positivo per la siderurgia»

PADOVA

Per il settore siderurgico «il 2021 potrebbe essere un anno eccezionalmente positivo» determinato dalla combinazione tra «l'onda della ripresa generale post-Covid con gli effetti del dispiegamento progressivo dei provvedimenti che i governi mondiali si stanno affrettando a mettere in cantiere» i quali potrebbero rappresentare «il booster per un anno particolarmente effervescente».


È la previsione del direttore commerciale di Acciaierie Venete, Giovanni Bajetti, in occasione del webinar «Made in Steel, insieme per costruire il futuro». Anche per il Cfo di Caleotto (Feralpi Group), Edoardo Zanardelli, tra i principali siderurgici in Europa specializzato negli acciai per l'edilizia, «ci sono le premesse perché il 2021 sia un anno di possibilità che può segnare la svolta rispetto a un anno e mezzo difficile da cui arriviamo».

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi