Preppy, lo stile delle high school che fa sempre tendenza

Gonne a pieghe, cardigan, mocassini: prendendo spunto dalle uniformi scolastiche dei più prestigiosi licei Usa, lo stile preppy si è fatto strada fino a diventare "senza tempo". Tra i suoi cultori Brooks Brothers, Tommy Hilfiger e Gap, ma quest'anno lo hanno fatto sfilare anche Philosophy by Lorenzo Serafini, Les Copains, Hugo Boss e Dior. Ecco cosa serve per ricrearlo in modo impeccabile

2 minuti di lettura

Avete presente Rory Gilmore di Una mamma per amica? Durante i suoi anni delle superiori andava a scuola in divisa: gonna a pieghe scozzese e golfino blu con stemma erano i due capi di riferimento. L'isitituto che frequentava nella serie tv, infatti, era la Chilton Preparatory School, una di quelle high school che preparano gli studenti per l'ingresso alle università più prestigiose. È proprio ispirandosi (per il nome) alle preparatory school americane e (per lo stile) alle loro divise che nasce lo stile Preppy.

Nato sul finire degli anni 50, il preppy style prende spunto dalle divise scolastiche e da quelle utilizzate per gli sport praticati nei campus della Ivy League: vela, canottaggio, tennis, golf, baseball e polo. Le ragazze alternano gonne a pieghe con stampe tartan, blazer e cravatte regimental e mocassini a cardigan striminziti "bon ton", camicette dal colletto tondo, tubini e giacche in tweed. Nel loro guardaroba però non mancano mai anche capi "sportswear" come polo, maglie da rugby a strisce, cardigan a V e versity jacket.

Un universo stilistico ben raccontato da serie tv come Gossip Girl ed Elite, da film come Ragazze a Beverly Hills e, andando indietro nel tempo, dalla pellicola cult Grease e dal telefilm Happy Days, ambientati entrambi negli anni 50.

Si può dire che il preppy esprima più una filosofia di vita che un semplice modo di vestire. Uno stile che "dettava legge" anche nelle località turistiche americane più esclusive, come Palm Beach e Martha's Vineyard e che divenne una sorta di status symbol negli anni 80 tra gli Yuppie. Un fenomeno che arrivò a influenzare il mondo dei giovani, e non solo, anche oltreoceano (possiamo dire che si è propagato nel nostro paese rapidamente quanto la diffusione dei fast food) dando origine a sottoculture come quella dei paninari, e a riviste a loro dedicate, come New Preppy dedicata alle ragazze della "Milano da bere" che amavano vestire griffate; figlie della medio-alta borghesia cittadina che sfoggiavano Jeans Levi’s e felpa Best Company, piumino Moncler, Timberland e accessori Naj-Oleari.

Marchio pioniere dello stile preppy fu Brooks Brothers che già intorno alla metà del secolo scorso aveva una propria vetrina all’interno dei campus americani più prestigiosi ed elitari come Harvard, Princeton e Yale. Circa vent’anni più tardi il preppy diventa poi il leitmotiv di brand come Ralph Lauren, specialmente con la sua linea Polo, Gant in particolare con la collezione Rugger, Tommy Hilfiger, Hugo Boss con la collezione BOSSxRussellAthletic  e J.Crew.

Benché lo stile college torni sotto i riflettori ciclicamente, in realtà si può definire "timeless", perché non solo va oltre le mode del momento ma è ben identificabile e fedele a se stesso, a parte qualche piccola variazione sul tema (ricordate Britney Spears in versione Lolita maliziosamente vestita con la divisa da studentessa nel video di One more time?).

Vestire preppy nell'inverno 2021/2022

Per questa stagione tutte le amanti del preppy style potranno prendere ispirazione dalle collezioni di marchi come Dior, Celine, Les Copains e soprattutto Philosophy by Lorenzo Serafini.

Via libera a maglie tricot, mini kilt plissé con stampa tartan, cardigan con bottoncini e camicette bon ton, blazer, e ai piedi penny loafer, Mary Jane, o se preferite ankle boots, per un’aria più contemporanea. Il cappotto classico e il montgomery sono molto indicati ma alle più freddolose è concesso anche il piumino in stile puffy.

Philosophy by Lorenzo Serafini 

Il miglior modello di borsa da abbinare ai vostri outfit preppy style è la classica tracolla color cuoio (nessun maxi-logo) mentre i cappelli da indossare saranno basco alla francese per i look più eleganti, cappellini da baseball o da pescatore per quelli più sportivi. I gioielli ammessi devono essere molto discreti mentre sono perfetti come accessori cerchietti bombati e foulard, che questa stagione sono un vero must-have, da legare al collo. Un modo di vestire rilassato, ma al tempo stesso ricercato, che si addice non solo alle più giovani. Prendete nota.