AVRÒ CURA DI TE
Sesso, ogni santo giorno. La formula è in un libro che ha diviso il pubblico
AVRÒ CURA DI TE

Sesso, ogni santo giorno. La formula è in un libro che ha diviso il pubblico

Quel regalo (al marito) che salvò il matrimonio di Charla Muller: sesso. Tutti i giorni per un anno intero

2 minuti di lettura

Charla Muller stava leggendo la Bibbia quando ebbe l’illuminazione. Si era arrovellata per mesi cercando di immaginare cosa avrebbe regalato al marito Brad per il suo quarantesimo compleanno. Ed ecco, di colpo, la soluzione: sesso. Sesso tutti i giorni per un anno intero. Il libro nel quale la donna racconta come si è svolto poi quel periodo intenso, tra organizzazione e stanchezza, esaltazione e timori, ma soprattutto la gioia di vedere ripartire il suo matrimonio come un treno, si intitola "365 Nights: A Memoir of Intimacy". Charla e Brad avevano all’epoca due figli di otto e cinque anni e una vita lavorativa attiva. Il peso dei cattivi umori e mal di testa rendevano i loro rapporti sessuali faticosi e saltuari, proprio come accade in ogni coppia. La media degli accoppiamenti era una volta al mese, spiega Charla Muller, e intorno a quell’appuntamento si creava una angosciante aspettativa. Sarà oggi, sarà domani? Lo desidererò abbastanza, sarò abbastanza desiderabile? Il solito apparato di macchinosità psichica che ammoscia i nostri rapporti sessuali. Dunque quando, in un’intervista pubblicata sul Guardian, al marito Brad viene chiesto se non avesse avuto l’impressione che sua moglie piuttosto che un dono gli  avesse imposto una prigione, un’ordalia, lui risponde entusiasta che al contrario, una volta accettato il contratto, aveva sentito immediatamente la pressione diminuire. Non c’era più bisogno del più bel sesso possibile. Né di trovare il tempo, organizzare la serata, comprare fiori, offrire cene costose o prestazioni miracolose. Il sesso c’era, semplicemente. Qualche volta sarebbe stato buono, altre meno, ma qualunque impaccio si poteva recuperare il giorno dopo. Nessun dramma, solo una sana, robusta, routine.


Il libro di Charla Muller ha suscitato reazioni diverse. C’è chi ha considerato il suo addirittura un detestabile gesto passivo/aggressivo: questo è il mio dono pieno d’amore, in cambio però tu devi compiere il tuo dovere ogni giorno, altrimenti che razza di uomo sei? Altri invece si sono detti invidiosi perché il sesso fa bene, produce endorfine, migliora la qualità delle pelle e crea intimità tra le persone. È dunque cosa buona farne tanto e libero da sovrastrutture sentimentali o romantiche. Come una ginnastica, come un pasto, un’attività necessaria al nostro organismo per rimanere in buona salute. Che il sesso faccia bene è fuori discussione, e se di mezzo non ci sono ansie fa ancora meglio. Ma, tra le reazioni al libro di Charla, c’è stato anche chi si è chiesto cosa c’entrasse tutto questo col matrimonio. Non sarebbe più semplice immaginarlo come un fiume impetuoso che si trasforma col tempo in un placido lago, dove galleggiare tranquilli? Per quale ragione dobbiamo continuare a punzecchiarci, stimolarci, darci piacere o dolore? E se invece stabilissimo che la cosa giusta da darci è un po’ di pace?  


Difficile stabilire chi ha ragione. Se Charla e Brad, che hanno dichiarato di aver salvato il loro matrimonio proprio con quell’abbonamento quotidiano alla ginnastica erotica, o chi pensa che per sopportarsi a vicenda la cosa giusta è dismettere l’uzzo dell’accoppiamento e andare a cercare altrove la soddisfazione. Perché solo in un ambiente sanificato dal sesso si potrà contare su famiglie serene, serate allegre, vacanze e cene senza inconvenienti emotivi. Chissà. Ma dal momento che in questa rubrica si parla di cura, mi sento di dire che la manutenzione del proprio partner consista anche nel soddisfare il suo corpo. Così spesso da non farlo diventare un pensiero, così semplicemente da cancellare l’idea che c’è del sesso buono e del sesso cattivo. Charla Muller, indomabile, conclude il suo trattato con un consiglio: qualunque sia la frequenza con cui fate sesso dentro il vostro matrimonio, raddoppiatela. E dopo sei mesi raddoppiatela di nuovo. Solo così vi sentirete di nuovo vivi, vitali e profondamente connessi alla persona che amate.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito