Meghan Markle porta fiori sulle croci bianche dei bambini uccisi nella sparatoria in Texas

Meghan, duchessa di Sussex, porta dei fiori sulle croci bianche dei 19 bambini uccisi durante la sparatoria in una scuola elemenetare a Uvalde, in Texas
Meghan, duchessa di Sussex, porta dei fiori sulle croci bianche dei 19 bambini uccisi durante la sparatoria in una scuola elemenetare a Uvalde, in Texas (afp)
La duchessa di Sussex, moglie del principe Harry d'Inghilterra, è comparsa al memoriale improvvisato fuori dal tribunale della contea di Uvalde per rendere omaggio ai bambini uccisi alla Robb Elementary School
2 minuti di lettura

Meghan Markle riappare a sorpresa. Non sul palco di un programma televisivo, o di un evento sportivo, ma al memoriale improvvisato fuori dal tribunale della contea di Uvalde, dove sono state piantate 19 croci bianche in memoria dei bambini rimasti uccisi durante la sparatoria nella Robb Elementary School di Uvalde, in Texas.

(afp)

Dalla California, dove vive assieme al marito Harry (37 anni) e i figli Archie (3 anni) e Lilibet Diana (1 anno il 4 giugno), la duchessa di Sussex (40 anni), che negli Usa è sempre e solo Meghan Markle, ha preso un volo per rendere omaggio alle piccole vittime e deporre un mazzo di rose bianche di fronte una croce in particolare, quella di Uziyah Garcia, la vittima più giovane, di soli 8 anni. Ad accompagnarla c'era la sua guardia del corpo, Alberto Alvarez, che una volta si occupava della protezione di Michael Jackson.

(afp)

Vestita in maniera molto casual - jeans, scarpe da ginnastica Adidas, cappellino e t-shirt bianca, più i gioielli cui tiene di più: il bracciale Cartier Love regalato da Harry e l'orologio Cartier che apparteneva a lady Diana - l'ex attrice è stata fotografata davanti alle croci dei bambini e poi seguita mentre entrava in un centro di raccolta sangue per portare due "grandi borse piene di panini, bevande e dessert per i donatori".
Markle non ha mai guardato verso i fotografi né verso le telecamere, nonostante fosse circondata da troupe giornalistiche; non è chiaro se una delle troupe fosse lì proprio per lei, per la produzione del documentario sulla "vita vera" della coppia dei duchi di Sussex che sarà prodotto da Netflix. Il gigante dello streaming non ha commentato. A rilasciare una dichiarazione è stato invece il portavoce di Meghan, interpellato da People: "La duchessa ha compiuto il viaggio a titolo personale, come madre, per offrire le sue condoglianze e sostegno di persone e di una comunità che sta vivendo un dolore inimmaginabile".

(afp)

Non molto tempo fa, la cognata Kate Middleton aveva sorpreso con un gesto simile, comparendo a Londra davanti al memoriale per Sarah Everard, la ragazza britannica di 33 anni trovata morta pochi giorni dopo la sua scomparsa mentre tornava a casa da sola dall'appartamento di un'amica; in quell'occasione tuttavia nemmeno i giornalisti dietro le telecamere l'avevano riconosciuta, mimetizzata com'era nella folla di persone comuni e avvolta da un giaccone beige, sola, a esclusione di una guardia del corpo in borghese che la seguiva a distanza. È stato un reporter lì presente in via del tutto personale a individuarla e a filmarla.

Dietro il gesto di solidarietà di Meghan potrebbe esserci anche un fine utilitaristico; il desiderio di mostrarsi vicino alle persone in vista di una sua ipotetica discesa in politica, possibilità di cui si discute da tempo sui giornali americani.