DETOX

Le tecniche antigonfiore per viso, occhi e pancia

Le tecniche antigonfiore per viso, occhi e pancia
Si chiamano jade roller, digitopressione, mindful eating e yoga: sono i sistemi detossinanti e sgonfianti più ortodossi e collaudati, consigliati dagli esperti. Come trovare quello più adatto alle vostre necessità
4 minuti di lettura

Quello adottato da Kate Moss è un vecchio segreto delle star di Hollywood della golden age: per sgonfiare istantaneamente il viso al risveglio, immerge la testa per qualche secondo nel lavandino riempito con acqua, cubetti di ghiaccio e un cetriolo tagliato a pezzetti. Lady Gaga, invece, per sgonfiarsi dalla testa ai piedi e per recuperare energia dopo una performance sul palco, ama i bagni “da brivido”, come si rileva da alcuni post sui suoi social, dove appare  immersa (letteralmente) in una vasca riempita di cubetti di ghiaccio.

Si tratta di espedienti d'urto in perfetto stile “rimedio della nonna” che, soprattutto nel caso del bagno, non vanno replicati alla leggera, poiché possono comportare seri problemi di salute. "Immersioni in acqua con temperature estremamente basse, come quelle nei cubetti di ghiaccio, sono pericolose perché, tra l’altro, mettono a rischio il sistema cardiocircolatorio, gravano negativamente su un sistema immunitario, magari già debilitato, e oltretutto sono uno stimolo controproducente per chi soffre di stress cronico", spiega Angelo Bianco, medico termalista e nefrologo, specialista in scienza dell’alimentazione e medicine non convenzionali ad Abano Terme (PD). Ne consegue che, in caso di gonfiori, è opportuno ricorrere a sistemi detossinanti e sgonfianti più ortodossi, collaudati e soprattutto sicuri.

 

MASCHERE E DIGITOPRESSIONE PER SGONFIARE LE PALPEBRE

Svegliarsi al mattino con le palpebre gonfie è un classico “effetto collaterale” delle ore piccole, dell’hangover o dei pasti serali troppo ricchi di grassi e cibi salati. "Il sale occulto, contenuto in abbondanza negli insaccati, nelle salse e nei sughi pronti, così come nei cibi affumicati – un classico natalizio su tutti: il salmone -, nelle olive in salamoia e in generale negli snack, trattiene i liquidi e gonfia vistosamente soprattutto le palpebre a causa della posizione coricata mantenuta durante il sonno, che limita il drenaggio", racconta ancora il dottor Angelo Bianco. I rimedi d’emergenza: mascherine in tessuto impregnate di principi attivi idratanti e decongestionanti, come mirtillo e calendula, da tenere in frigo per mezz’ora prima di lasciarle in posa  per 15 minuti.

Comfort Zone Sublime Skin Eye Patch, maschera idrogel rinfrescante e correttiva
Comfort Zone Sublime Skin Eye Patch, maschera idrogel rinfrescante e correttiva 
"Oppure si possono massaggiare delle piccole biglie d’acciaio con delicati movimenti circolari", interviene Carlo Di Stanislao, dermatologo e medico agopuntore a Teramo e presidente della Scuola di medicina classica cinese Xin Shu, che suggerisce anche un trattamento di digitopressione cinese self help: con indice e medio, massaggiare in senso circolare i punti “Tongziliao” (angolo esterno dell'occhio) e “Taiyang” (parte alta del sopracciglio, in prossimità della tempia), prima indietro, poi verso l'alto e, per finire, scendendo verso l'occhio. Ripetere 2-3 volte nelle 24 ore, per un paio di minuti.

 

ROLLER E CREME PER SGONFIARE IL VISO

Il gonfiore che al risveglio si estende a tutto il viso, non solo alle palpebre, e che impiega diverse ore per riassorbirsi segnala una difficoltà nel drenaggio dei liquidi, anche temporaneo e causato, ad esempio, dalla carenza di sonno, che aumenta la secrezione di cortisolo, l’ormone dello stress che fa trattenere i liquidi. Per ritrovare un viso più asciutto spesso basta applicare una crema idratante arricchita di ingredienti drenanti e rinfrescanti, come il cipresso, ricco di tannini astringenti, e l’hamamelis, ottima fonte di triterpeni e di flavonoidi antiossidanti, che sono decongestionanti e vasocostrittori.

Glow Massage Set di Sephora include il siero best-seller illuminante, un mini roller al quarzo rosa e una candela profumata
Glow Massage Set di Sephora include il siero best-seller illuminante, un mini roller al quarzo rosa e una candela profumata 
Ma per drenare, rassodare e favorire la penetrazione dei principi attivi si può aggiungere un massaggio con un roller di giada o di quarzo rosa: basta far scivolare sul viso il rullo più grande, dal basso (mento e mandibola) verso l’alto, poi dal centro delle guance all’esterno, quindi con un movimento a ventaglio sulla fronte dalla radice del naso e poi sul collo, sempre dal basso verso l’alto. 
Facial Beauty Roller di HoMedics genera una microcorrente che aiuta a stimolare la circolazione del sangue
Facial Beauty Roller di HoMedics genera una microcorrente che aiuta a stimolare la circolazione del sangue 
Con il rullo più piccolo eseguire invece dei leggeri movimenti circolari sul contorno occhi e intorno alle labbra. Infine, anche sopra il make up (oltretutto funziona da fissante), si può vaporizzare dell’acqua termale: aiuta a restituire luminosità alla pelle e a percepire  il viso immediatamente più tonico e fresco.
Cofanetto Physiolift di Avène: contiene la Crema levigante giorno da 30ml, il trattamento Occhi, rughe, borse, occhiaie da 15ml e in omaggio l’Acqua termale Avène spray da 50 ml
Cofanetto Physiolift di Avène: contiene la Crema levigante giorno da 30ml, il trattamento Occhi, rughe, borse, occhiaie da 15ml e in omaggio l’Acqua termale Avène spray da 50 ml 

 

IL MINDFUL EATING CONTRO L'AEROFAGIA

Un gonfiore molto diffuso e frequente è quello generato dall’aerofagia, che spesso è la conseguenza o di un’intolleranza alimentare (da indagare) o di uno stimolo ansioso o stressogeno, che induce a respirare dalla bocca, a mangiare troppo in fretta o a non masticare bene il cibo. "Più i bocconi ingeriti sono grossi, maggiore è l’aria che entra nello stomaco. E, oltretutto, se si mangia troppo in fretta s’impedisce alle pareti dello stomaco di distendersi tra una forchettata e l’altra. Col risultato di esacerbare il gonfiore", spiega Bianco. Se il problema è solo saltuario potrebbe dipendere da una cattiva digestione, indotta, per esempio, da abbinamenti alimentari scorretti. Per limitare il disturbo possono essere utili gli esercizi di mindful eating, che in più aiutano a controllare l’introito calorico e le porzioni e a mangiare con i giusti ritmi. Consistono nel focalizzarsi sulle emozioni che si provano prima di mangiare (nervosismo, stress, stanchezza). L’emozione che prende il sopravvento sulle altre mentre si è tavola condiziona, infatti, il proprio modo di mangiare ed è importante riconoscerla per evitare di abbuffarsi o di mangiare troppo in fretta, senza esserne consapevoli. "Per non farsi dominare, bisogna espirare profondamente gonfiando l’addome e attivare tutti i cinque sensi per apprezzare quello che si mangia sotto tutti i punti di vista: i colori, i profumi, le forme, la consistenza, le sfumature di gusto. Questo esercizio aiuterà a sentirsi più sazi e a non gonfiare d’aria lo stomaco, anche perché si darà tempo e modo ai centri cerebrali della sazietà di entrare in azione", spiega Bianco.

Pukka Feel New miscela anice, finocchio, cardamomo e curcuma biologici
Pukka Feel New miscela anice, finocchio, cardamomo e curcuma biologici 
Attenzione anche alla temperatura del cibo che ci si appresta a gustare: le pareti dello stomaco hanno un naturale ritmo di tensione e distensione, che gli alimenti e le bevande troppo freddi o bollenti possono alterare, mettendo così in crisi il meccanismo di flusso e reflusso dell’aria. Meglio evitare dunque bevande o cibi ghiacciati e allo stesso modo i tè o altre alimenti bollenti. "Un buon rimedio contro l’aerofagia sono anche  le tisane a base di semi “carminativi”, come cumino, cardamomo, carvi, finocchio, anice, coriandolo, da bere naturalmente tiepide. Molto efficace anche la radice di zenzero, da aggiungere fresca alle ricette oppure da consumare sempre sotto forma di tisana", suggerisce Bianco.
Snellente Natural di Somatoline Cosmetic: riduce gli accumuli adiposi, drena i liquidi cutanei in eccesso e rende la pelle più elastica e compatta.
Snellente Natural di Somatoline Cosmetic: riduce gli accumuli adiposi, drena i liquidi cutanei in eccesso e rende la pelle più elastica e compatta. 

Belly Booster di VeraLab, indicato per la zona di pancia, addome e fianchi
Belly Booster di VeraLab, indicato per la zona di pancia, addome e fianchi 
Per ritrovare un ventre tonico e piatto e contrastare il gonfiore, anche da coliti, un alto rimedio soft e oltretutto rilassante sono i massaggi linfodrenanti addominali. "Combattendo la stitichezza e  smaltendo i liquidi ristagnanti, “sgonfiano” e in più tonificano la pancia", conferma il dottor Bianco. Occorre un ciclo di minimo 10 sedute per ottenere risultati apprezzabili. Come auto-aiuto, si può applicare quotidianamente un crema specifica per addome e pancia, per esempio a base di calendula, olio di iperico, arnica, ippocastano, che drena e decongestiona e potenziarne l’effetto durante la stesura con un drenaggio addominale fai-da-te (durata: almeno 30 minuti). 
1. Sdraiati a pancia in su, appoggiare la mano sinistra sulla vita, con le dita rivolte verso l'inguine. Muovere la mano come se fosse una mezzaluna, eseguendo sei movimenti.
2. Spostare quindi la mano un po' più in basso e più al centro. Anche in questa posizione ripetere gli stessi sei movimenti a mezzaluna.
Molto utili, infine, le tecniche di respirazione profonda, come quella diaframmatica, e le asana yoga, perché rilassando attenuano i disagi legati all’aerofagia e in più esercitano una sorta di massaggio viscerale. Un esercizio yoga di facile esecuzione, particolarmente efficace anche per tonificare la zona addominale, è la “posizione della mezza nave”.
1. Supini, braccia lungo i fianchi, palme rivolte a terra.
2. Inspirare, quindi, espirando, sollevare contemporaneamente le gambe e il busto in modo che formino fra di loro un angolo retto e il corpo rimanga in equilibrio (le mani devono trovarsi all'altezza delle ginocchia e le gambe parallele al pavimento). Mantenere la posizione possibilmente per un minuto, respirando profondamente.
3. Inspirare, poi, espirando, abbassare le braccia e le gambe fino a tornare in posizione supina. Ripetere 3 volte.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito