INCLUSIVITÀ

Trucchi e creme per persone con disabilità: anche la bellezza sta finalmente diventando inclusiva

Nonostante la corsa all'inclusività di molti brand, l'evoluzione del design dei cosmetici verso una maggiore accessibilità è ancora lenta. A guidare il progresso sono i prodotti di piccoli brand tra pennelli per mani non ferme, mascara ergonomici e creme con testi in Braille
3 minuti di lettura

Se per molte donne il mascara è il miglior alleato per "svegliare" il proprio viso e un rossetto rosso il miglior antidoto al cattivo umore, lo stesso vale per molte persone con Parkinson, sclerosi multipla, artrite, cecità e altre disabilità. La differenza è che usare trucchi, cosmetici e oggetti di igiene personale per loro può essere molto frustrante, quando non impossibile, come aveva dimostrato l'ironico tutorial make-up dell’attrice Selma Blair che ha la sclerosi multipla.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori