Salvatore Ferragamo: fuori il direttore creativo Paul Andrew?

La vorticosa serie di cambi al vertice in corso all'interno del marchio fiorentino non avrebbe risparmiato nemmeno il designer, dal 2019 alla guida di tutte le linee del brand. Secondo il sito Business of Fashion, la cosa è ormai data per certa. Nessun commento dalla famiglia

1 minuti di lettura

A costo di apparire nazional-popolari, qui si potrebbe citare Heidi Klum, che nel talent show televisivo di moda Project Runway a ogni puntata spiega come nella moda "un giorno si è in e il giorno dopo si è out". In realtà è proprio così che vanno le cose: per esempio, a dare retta alle voci sempre più insistenti riportate dal sito Business of Fashion, l'inglese Paul Andrew starebbe per lasciare il ruolo di direttore creativo di Salvatore Ferragamo, posizione che occupava - in apparenza saldamente - dal 2019. Andrew era arrivato a Firenze nel 2016, in qualità di responsabile delle calzature donna, campo in cui si era formato ed era arrivato al successo negli anni scorsi con una sua linea. A quanto pare la sua posizione non verrà affidata a nessuno, e il ruolo di creativo-guida potrebbe quindi essere "abolito". Andrew dovrebbe lasciare dopo aver consegnato la collezione pre-spring 2022.

La risposta della famiglia Ferragamo non si è fatta attendere: "In merito a quanto riportato da Business of Fashion, Ferragamo non commenta rumor che peraltro si stanno rincorrendo da mesi". Vero, da tempo girano diverse voci in merito al futuro dell'azienda, che negli ultimi giorni hanno acquisito forza a causa dell'uscita di scena di Donald Kohler, ad di Ferragamo America. Anche Ferruccio Ferragamo starebbe per essere sostituito dal fratello Leonardo sulla poltrona di presidente del marchio. Dovrebbero rimanere invece al loro posto Micaela Le Divelec Lemmi, ad del brand che al momento ha assunto ad interim anche il ruolo di Kohler, e Michele Norsa, vice-presidente esecutivo. Sempre secondo le fonti interne sentite da BoF, tutti questi spostamenti saranno ufficializzati il prossimo 22 aprile, nel corso del meeting del gruppo di famiglia, la Finanziaria Ferragamo. Inoltre Giacomo “James” Ferragamo, che sovrintende ai prodotti del marchio e che aveva assunto Andrew, tornerà nel board di famiglia dopo averlo lasciato lo scorso anno al posto di Giovanna, una delle figlie di Salvatore, che invece è in uscita.

 

La visione di Paul Andrew: 'Così porto Salvatore Ferragamo nel futuro'

Questi stravolgimenti andrebbero interpretati come un cambio di strategia del brand a seguito degli enormi danni provocati dalla pandemia. C'è da rilevare che Ferragamo è a tutt'oggi uno dei pochissimi brand rimasti indipendenti; la famiglia - che ne detiene oltre il 70 per cento - ha più volte smentito qualunque trattativa in tal senso, ma forse gli eventi dell'ultimo anno hanno drasticamente modificato il punto di vista del cda sull'argomento.