Un guardaroba a prezzi democratici per tutti gli uomini

Lo stilista Massimo Piombo, che crea una haute couture maschile indossata dagli uomini più eleganti, è anche direttore creativo di Ovs per cui ha ideato una collezione adatta a ogni tipologia di cliente. Con consigli utili per scegliere i capi adatti ad ogni occasione

2 minuti di lettura
“La mia grande scommessa?  Fare un prodotto pop, accessibile a tutti, ma di gran classe, e con il mio stile inconfondibile”.  Parola di Massimo Piombo, lo stilista, con solide radici in quel di Varazze, ma cittadino del mondo, grande viaggiatore e raffinato esteta. Lui che firma “MP Massimo Piombo”, la sua collezione ammiraglia, espressione della haute couture maschile, indossata dagli uomini più eleganti del mondo culturale internazionale, aveva un sogno che è riuscito a realizzare con Ovs, il brand italiano, dove, dal 2017, ricopre l’incarico di direttore creativo.
Massimo Piombo 

E dove lavora in grande sintonia con Stefano Beraldo, l’amministratore delegato del gruppo.“Grazie a Ovs  posso finalmente vestire quelli che contano davvero: ossia più o meno tutti” spiega Piombo con il suo gusto per le iperboli e la provocazione piacevolmente ironica. E il risultato di questa sfida è ora sotto gli occhi di tutti. Nei 500 store di Ovs sono stati da poco inaugurati altrettanti corner  ”Piombo”, vere e proprie boutique di 60 metri quadrati ciascuna, dove rifarsi il guardaroba con stile e con un corredo di giacche, pantaloni, cappotti, giubbini, maglie e camicie a prezzi accessibili ma con capi che conservano tutto il savoir faire di Massimo Piombo. 
Ma, concretamente, in questo caso, cosa significa accessibilità? “Vuol dire che con poco più di 300 euro ci si rifà l’immagine, con capi evergreen, classici ma mai scontati. Basta provare”. E Massimo Piombo stilista, molto amato dai dandy, che usa gli stessi broccati di Buckingham Palace a Londra, per i suoi cappotti, veri capolavori di sartoria, prende dagli scaffali della sua boutique pop dentro a Ovs, tutti i pezzi fondamentali di un guardaroba maschile ed elenca: una giacca 99 euro, un cappotto 109, un pantalone 40 euro, una maglia 40 euro, una camicia 20 euro. In totale fanno 308 euro. Tutto questo arricchito da un distillato di dettagli sartoriali, proporzioni moderne, tessuti di buona qualità e colori che vanno dal blu rinascimentale al rosa asburgico, dal grigio d’oriente al verde intenso, passando per il suo irrinunciabile giallo scozzese.
“Ci ho messo l’anima in questo progetto – spiega Massimo Piombo - in questo guardaroba  c’è  il concetto del ben fatto e dell’abito giusto adatto ai diversi momenti della vita di un uomo: in città, in vacanza, la sera. E ci sono tutti i suggerimenti su come vestirsi per andare in ufficio, per lo smart working da casa, per un pranzo di lavoro e per i momenti di relax”. E nel panorama della moda griffata a prezzi accessibili Piombo ha dalla sua parte un gruppo italiano come Ovs che gli garantisce un buon equilibrio tra prezzi e qualità. Il tutto sorretto da un lavoro di squadra e da una visione che Beraldo e Piombo condividono. “Anni fa – racconta lo stilista-  quando ho cercato il primo contatto con Beraldo, gli ho telefonato dicendo: “Buongiorno, sono Massimo Piombo”. E lui: “Piombo quello vero o è uno scherzo?”. “No, sono proprio io” è stata la risposta. E Beraldo che da anni è un fan di Piombo ha colto la palla al balzo. Lo stilista è entrato in azienda come direttore creativo del gruppo e ora, con i 500 corner Piombo all’interno degli store Ovs, ecco la ciliegina su una torta fashion, all’insegna del bello accessibile.