In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Nel 2022 il bracconaggio di rinoceronti in Namibia è aumentato del 93 per cento: 87 esemplari uccisi

Nel 2022 il bracconaggio di rinoceronti in Namibia è aumentato del 93 per cento: 87 esemplari uccisi
Segui La Zampa su Facebook (clicca qui)Instagram (clicca qui) e Twitter (clicca qui)
Non perderti le migliori notizie e storie di LaZampa, iscriviti alla newsletter settimanale e gratuita (clicca qui)
1 minuti di lettura

Il numero di rinoceronti in via di estinzione cacciati di frodo in Namibia ha raggiunto il massimo storico lo scorso anno: secondo i dati ufficiali del governo, nel 2022 sono stati uccisi 87 animali, mentre nel 2021 erano stati 45.

 

Continua così, e cresce drasticamente, il massacro di una popolazione di animali che nel corso dei decenni è stata decimata per soddisfare la domanda di corni: nonostante siano fatti della stessa sostanza dei capelli e delle unghie umane, il corno è apprezzato nell'Asia orientale come presunta medicina e come gioiello.

Il portavoce del ministero dell'Ambiente, delle foreste e del turismo, Romeo Muyunda, ha specificato che i bracconieri hanno ucciso 61 rinoceronti neri e 26 bianchi, principalmente nel più grande parco della Namibia, Etosha, dove sono stati trovati morti 46 rinoceronti. "Notiamo con seria preoccupazione che il nostro parco principale, l'Etosha National Park, è un punto caldo per il bracconaggio", ha detto Muyunda, aggiungendo che il ministero e le forze dell'ordine hanno intensificato gli sforzi per combattere i crimini contro la fauna selvatica.

Il bracconaggio di rinoceronti ha afflitto l'Africa meridionale per decenni, specialmente nel vicino Sudafrica e il Botswana, portando a programmi anti-bracconaggio, tra cui una rigorosa sorveglianza e la rimozione delle corna dagli stessi rinoceronti per cercare di scoraggiare il bracconaggio. L'unica nota positiva è che il bracconaggio di elefanti in Namibia è diminuito nel corso degli anni, da un massimo di 101 nel 2015 a un minimo di quattro elefanti cacciati l'anno scorso.