In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Scoperto in Spagna Erralla, il cane domestico più antico d'Europa: è vissuto 17mila anni fa

Scoperto in Spagna  Erralla, il cane domestico più antico d'Europa: è vissuto 17mila anni fa
1 minuti di lettura

Un osso dell'omero trovato in Spagna aggiunge un nuovo e importante capitolo della lunga relazione che lega il cane e l'uomo: il team di Human Evolutionary Biology dell'Università dei Paesi Baschi, guidato dal professor Conchi de la Rùa, ha infatti scoperto, e pubblicato sulla rivista Journal of Archeological Science che un cane, denominato Erralla dal posto in cui è stato ritrovato il fossile, visse nel periodo magdaleniano del Paleolitico superiore. Questo lo rende uno dei cani domestici più antichi finora esistiti in Europa.

Il luogo del ritrovamento (foto credit: Journal of Archaeological Science)
Il luogo del ritrovamento (foto credit: Journal of Archaeological Science) 

Tutto ha avuto inizio dopo uno scavo avvenuto nel 1985 nella grotta di Erralla, nella città settentrionale di Zeskoa, in cui venne scoperto l'osso. A quel tempo, i ricercatori sapevano che l'omero apparteneva a un cane, tuttavia, non erano in grado di determinare di quale specie. Ora, quasi 40 anni dopo, i ricercatori hanno effettuato uno studio approfondito utilizzando nuove analisi morfologiche, radiometriche e genetiche che hanno permesso di identificare geneticamente la specie come Canis lupus familiaris (cane domestico).

L'omero apparteneva a un esemplare vissuto nel Paleolitico, tra 17.410 e 17.096 anni fa. Il cane è la prima specie addomesticata dall'uomo, sebbene l'origine geografica e temporale dell'addomesticamento del lupo rimanga oggetto di dibattito. Il cane Erralla condivide il lignaggio mitocondriale con i pochi cani di Magdalenia analizzati finora. L'origine di questa stirpe è legata a un periodo di clima freddo coincidente con l'ultimo massimo glaciale, avvenuto in Europa circa 22.000 anni fa.

 

L'omero di Erralla: a) vista anteriore b) vista posteriore c) vista mediale d) vista laterale (foto credit: Journal of Archaeological Science)
L'omero di Erralla: a) vista anteriore b) vista posteriore c) vista mediale d) vista laterale (foto credit: Journal of Archaeological Science) 

 

 

"Questi risultati sollevano la possibilità che l'addomesticamento del lupo sia avvenuto prima di quanto pensato fino ad ora, almeno nell'Europa occidentale, dove l'interazione dei cacciatori-raccoglitori paleolitici con specie selvatiche, come il lupo, potrebbe essere stata potenziata in aree di rifugio glaciale durante questo periodo di crisi climatica", ha spiegato Conchi de la Rùa sulla rivista che ha pubblicato lo studio.

 

***

Segui La Zampa su Facebook (clicca qui)Instagram (clicca qui) e Twitter (clicca qui)


Non perderti le migliori notizie e storie di LaZampa, iscriviti alla newsletter settimanale e gratuita (clicca qui)