Il ministro Di Maio stronca la patrimoniale: “Non serve, bisogna ridurre le tasse”

La patrimoniale resta al palo. La segreteria del Pd dice che la «proposta di alcuni parlamentari non impegna il gruppo», ed ora anche i 5Stelle la affondano. «Abbiamo già visto questo film nella crisi tra il 2007 e il 2008, quando a qualcuno venne in mente di aumentare le tasse – spiega il ministro degli Esteri da Zagabria –  per risolvere la crisi e abbiamo scoperto sulla pelle di tanti italiani e tante imprese italiane che andava fatto il contrario. Se qualcuno pensa che possiamo uscire dalla crisi economica generata dalla pandemia aumentando le tasse ci troverà dall'altra parte». Al contrario, «è il momento di eliminare tante microtasse e fare una riforma del fisco. Non possiamo aspettare il 2022, dobbiamo farlo subito».

Economia in quark - Si troverà l'accordo sul Recovery Fund? Ecco gli scenari tra facce feroci di Ungheria e Polonia e debito pubblico italiano

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi