Marò: Corte indiana rinvia di una settimana la chiusura del caso

Il motivo «L’indennizzo dall'Italia è stato avviato, ma non è stato ancora ricevuto»

NEW DELHI. La chiusura del caso dei marò è stata rinviata oggi dalla Corte Suprema indiana. Secondo quanto riferito dal sito Live Law, l'udienza è stata aggiornata alla prossima settimana perché l'indennizzo di cento milioni di rupie (circa 1,1 milioni di euro) che l'Italia deve versare alle famiglie delle vittime non è ancora stato depositato. Nel corso dell'udienza di oggi, che era presieduta da presieduta dallo stesso Presidente della Corte, Sharad Arvind Bobde, il procuratore generale dello Stato, Tushar Mehta, ha dichiarato che «l'Italia ha avviato il trasferimento di denaro», ma che la somma non è ancora disponibile. Il 9 aprile la Corte aveva deciso che il caso sarebbe stato chiuso solo dopo il deposito del risarcimento pattuito.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi