Usa, una seconda donna accusa Cuomo di molestie sessuali

Nuovo problema per il governatore dello Stato di New York. Lui si difende: “Aspettate a giudicarmi”

Il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, è stato accusato di molestie sessuali da una seconda ex dipendente. La venticinquenne Charlotte Bennett ha raccontato al New York Times che la scorsa primavera il politico sessantatreenne le aveva detto di essere aperto a frequentare donne ventenni e le aveva chiesto se, a suo parere, la differenza di età contava in una relazione.«Ho capito che il governatore voleva andare a letto con me e mi sono sentita malissimo, a disagio e spaventata», ha riferito Bennett, chiarendo che Cuomo non avrebbe però mai provato a toccarla. La donna avrebbe quindi parlato con il capo dello staff di Cuomo e ottenuto di essere spostata in un altro ufficio in un altro edificio, nel quale, ha spiegato, si sarebbe trovata bene e avrebbe quindi deciso di non sporgere denuncia. - In una nota Cuomo ha affermato di «non aver mai fatto avance a miss Bennett né di aver mai inteso agire in alcun modo che fosse inopportuno» ma, anzi, di aver voluto esprimere sostegno a Bennett, che le aveva raccontato di essere stata vittima di un'aggressione sessuale in passato. Il governatore ha domandato quindi un esame «imparziale, pieno e approfondito di queste accuse» condotto da un ex giudice federale.

«Chiedo a tutti i newyorchesi di attendere le conclusioni dell'indagine perché conoscano i fatti prima di emettere qualsiasi giudizio», ha aggiunto Cuomo, il cui terzo mandato scade alla fine del 2022. Si tratta in ogni caso di un ulteriore danno d'immagine per il governatore di New York, che era diventato popolarissimo per la sua gestione della pandemia per poi finire nel mirino di forti critiche in seguito alle rivelazioni sulla sua discutibile gestione dei focolai nelle case di riposo. Mercoledì scorso Cuomo era stato inoltre accusato di molestie dall'ex consigliera Lindsey Boylan, che sul suo blog aveva scritto di essere stata oggetto di attenzioni sgradite dal 2015 al 2018. La trentaseienne ha affermato che il governatore le aveva dato un bacio sulle labbra, le aveva proposto di giocare a strip poker e la aveva toccata sulla parte bassa della schiena, sulle braccia e sulle gambe. Cuomo ha reagito definendo le accuse «semplicemente false». Il sindaco di New York, Bill de Blasio, che ha avuto con Cuomo forti divergenze in merito alla gestione della pandemia, si è unito al coro di politici che sta chiedendo un'indagine sulle accuse nei confronti del governatore. 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi