Tavares: il piano strategico sarà offensivo e di rottura

L’ad alla prima assemblea Stellantis: “Sulle sinergie siamo sulla buona strada”. Elkann: un quarto dei dirigenti saranno donne

Parte all’attacco Carlos Tavares nella prima assemblea degli azionisti di Stellantis. L’amministratore delegato conferma che il piano strategico del quarto gruppo automotive mondiale nato dalle nozze fra Fca e Psa sarà presentato nel Capital Markets Day tra la fine del 2021 e l'inizio del 2022. «Sarà un piano offensivo - chiosa il manager portoghese - e svilupperà una strategia vincente per il mercato cinese. Sarà un piano con rotture significative. Abbiamo molti opportunità e valore da esprimere: serve una chiara governance». Non solo, Tavares parla di «opportunità eccitanti» e spiega che è stato creato un ufficio per le sinergie per procedere all'integrazione. «Siamo sulla buona strada per raggiungere il livello previsto nel 2021. Vogliamo andare avanti con scelte radicali. Abbiamo iniziato con il piede giusto per le sinergie. Si vedono già i primi risultati della fusione».

Sulla stessa linea l’intervento del presidente John Elkann. «Fca e Psa - dice agli azionisti - hanno dato vita a questa unione ambiziosa ed entusiasmante raggiungendo risultati straordinari e dimostrando una grande resilienza contro ogni tipo di avversità.

Carlos Tavares condivide con me la stessa ambizione per Stellantis. Entrambi vediamo la sua nascita non come un punto di arrivo, quanto come l'inizio di un nuovo viaggio entusiasmante. Lavorare insieme in questi primi mesi è stato molto arricchente sia professionalmente che personalmente, possiamo dire di avere iniziato nel migliore dei modi».

Elkann e Tavares premono sull’acceleratore della modernizzazione del gruppo. «Come azienda - dice il presidente - faremo inoltre il possibile per integrare gli ambiziosi impegni Esg nella nostra strategia e rendere i nostri obiettivi di crescita compatibili con le pratiche di sviluppo sostenibile. Questo approccio scaturisce dalla nostra volontà di sostenere l'ambiente, di favorire un'economia decarbonizzata, impegnando la nostra organizzazione a perseguire l'azzeramento del carbonio nei nostri prodotti e nel nostro impatto ambientale. Stellantis ha un'offerta elettrificata all'avanguardia in tutto il mondo con la più ampia gamma in Europa di veicoli full electric nel segmento B che esprime alla perfezione la nostra idea di mobilità elettrica di massa per il prossimo futuro».

Tavares, da parte sua, annuncia che l'8 luglio si terrà lo Stellantis Electrification Day. L'amministratore delegato conferma l'obiettivo di triplicare nel 2021 le vendite di auto elettriche rispetto al 2020, raggiungendo le 400 mila unità, come indicato da Elkann nella lettera agli azionisti di Exor. Nel 2021 il 14% delle auto vendute in Europa da Stellantis sarà elettrificato, con l'obiettivo di arrivare al 38% nel 2025 e al 70% nel 2030. Nel 2025 in Europa il 98% dei modelli del gruppo sarà disponibile anche in versione elettrificata.

Stellantis annuncia novità anche sul fronte del gruppo dirigente. «Dopo la nomina del top management a gennaio - dice Elkann - , stiamo ultimando le nomine per le posizioni di leadership, al fine di creare un team ben equilibrato tra Fca e Psa. E sono lieto di annunciare che un quarto di questi ruoli saranno ricoperti da donne. Stiamo lavorando affinché Stellantis abbia la migliore organizzazione possibile, con leader capaci e talentuosi che sappiano portare punti di vista differenti e siano accomunati dalla stessa apertura al cambiamento. Le esperienze di queste prime fasi mi rendono molto fiducioso verso il futuro e i risultati straordinari che potremo raggiungere insieme».

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi