Treviso, si dichiarava povero e senza reddito: la finanza gli sequestra un milione e 200 mila euro

Il «nullatenente» possedeva anche ville e gioielli provenienti da attività segrete e illecite

Si era sempre dichiarato nullatenente e senza reddito. Peccato che nel corso di una indagine patrimoniale la Guardia di finanza di Treviso gli abbia sequestrato, a scopo preventivo, beni per 1,2 milioni di euro. I finanzieri, al termine dell'indagine, hanno eseguito il sequestro in base ad un decreto emesso dal Tribunale di Venezia, a seguito di indagini dirette inizialmente dalla Procura della Repubblica di Treviso e poi coordinate dalla Procura della Repubblica di Venezia. I beni sequestrati sono una villa di circa 300 mq, del valore di 450.000 euro risultata peraltro abusiva e oggetto di un'ordinanza di demolizione; di disponibilità finanziarie per 686.579,45, euro tra conti correnti, polizze assicurative, titoli azionari, libretti di risparmio; e 2 kg di gioielli (bracciali, orologi, anelli, collane, monete, spille, etc.), rinvenuti in una cassetta di sicurezza per un valore di 40.000 euro. Lo stesso decreto ha inoltre disposto, nei confronti dell'uomo e per la durata d due anni, la misura di prevenzione personale consistente nella sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza. Si presume che il patrimonio dell’uomo provenga da attività illecite.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Salone nautico. Gli elicotteri degli incursori della Marina e l'Inno aprono la manifestazione

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi