Coronavirus in Italia, il bollettino del 25 luglio: 4743 nuovi casi, 7 decessi. L’indice di positività balza al 2,68 per cento

Sono 4743 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Italia, un calo rispetto ai 5.140 del giorno precedente. Le vittime sono 7 (mentre il dato precedente era 3). Il totale dei decessi sale dunque a 127.949. Sono stati 176.653 in totale i tamponi effettuati (molecolari e antigenici), circa 82mila in meno rispetto ai 258.929 del giorno precedente. Il tasso di positività è del 2,68 per cento, in crescita rispetto al 1,98  per cento del dato precedente. Lo rivela il nuovo bollettino del ministero della Salute.

Sono 178 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 6 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 16 (ieri 21). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.392, in aumento di 52 rispetto a ieri 

La regione oggi con il maggior numero di nuovi casi è il Lazio con 660, seguito da Sicilia con +568, quindi Emilia Romagna con +565, Toscana con +513 e Veneto con +507. Lo dice il report quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione dell'epidemia.

Piemonte
Sono 97 i nuovi casi di positività al Covid registrati in Piemonte. Lo comunica la Regione. Il dato corrisponde allo 0,9% dei tamponi eseguiti. I pazienti ricoverati in terapia intensiva restano tre, quelli in altri reparti salgono (+4) a 58. L'Unità di crisi non ha segnalato decessi. Dall'inizio dell'epidemia il totale dei casi è 368.624. I morti rimangono 11.699.

Liguria
Sono 91 i nuovi positivi al Covid-19 oggi in Liguria, a fronte di 1980 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 2337 tamponi antigenici rapidi. A Imperia ci sono 25 casi, a Genova 31, nel Tigullio 16 e alla Spezia 19. Negli ospedali ci sono 37 pazienti, 11 in più di ieri, di cui 6 in terapia intensiva. Sul fronte vaccinale la Liguria ha ricevuto finora 1.789.089 dosi e ne ha somministrate 1.626.601, il 91%. Oggi ne sono state date 6.079.

Lombardia
Con 28.092 tamponi eseguiti, sono 461 i nuovi casi positivi al coronavirus registrati in Lombardia, con un tasso di positività in crescita all'1.6% (ieri 1.4%). Crescono di una unità i pazienti in terapia intensiva (che ora sono 27), mentre calano i ricoverati negli altri reparti (-3, 150). C'è un nuovo decesso e il totale da inizio pandemia è di 33.816 morti in regione. Per quanto riguarda le province, sono 128 i nuovi casi nella città metropolitana di Milano, 61 a Monza e Brianza, 37 a Bergamo, 36 a Brescia, 34 a Como, 30 a Cremona, 26 a Mantova, 22 a Varese, 17 a Pavia, 16 a Lodi, 9 a Lecco e 5 a Sondrio.

Friuli Venezia Giulia
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 2.185 tamponi molecolari sono stati rilevati 30 nuovi contagi con una percentuale di positività dell'1,37%. Sono inoltre 1.727 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 11 casi (0,64%). L'88% dei contagi odierni colpiscono persone al di sotto dei 49 anni. Non si registrano decessi; due persone sono ricoverate in terapia intensiva, mentre i pazienti in altri reparti sono 9. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, rendendo noto che la settimana da 19 al 25 luglio si conclude con un incremento del numero di nuovi casi del 96% rispetto alla precedente (da 161 a 316 contagi). Ad oggi l'incidenza su sette giorni è pari a 26 su 100.000 abitanti. "Stante l'attuale trend è verosimile che l'incidenza superi la soglia dei 50 casi ogni 100.000 abitanti entro la fine del mese", spiega Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.789, con la seguente suddivisione territoriale: 813 a Trieste, 2.012 a Udine, 671 a Pordenone e 293 a Gorizia. I totalmente guariti sono 103.329, i clinicamente guariti 27, mentre quelli in isolamento risultano essere 417. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.573 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.337 a Trieste, 50.502 a Udine, 21.214 a Pordenone (il numero è stato ridotto di un'unità dopo la revisione di un caso), 13.113 a Gorizia e 1.407 da fuori regione. Tra il personale del Sistema sanitario regionale si segnala la positività di un operatore socio sanitario di Asugi, mentre non sono stati rilevati casi né tra gli ospiti delle strutture residenziali per anziani né tra gli operatori delle stesse. 

Emilia Romagna
Sono 565 - 391.422 da inizio epidemia - i casi di Coronavirus registrati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore a fronte di 15.059 tamponi effettuati. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 9 e risultano stabili rispetto a ieri, così come i 150 ricoverati negli altri reparti Covid. Un uomo di 81 anni, residente nel Parmense ha perso la vita portando a quota 13.273 il computo totale dei deceduti. Dei nuovi contagiati 217 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di tracciamento e screening. La situazione nelle province vede Bologna in testa con 104 casi, seguita da Rimini con 90 e Reggio Emilia con 82, poi Modena (80), Parma (70), Piacenza (52), Cesena (22), Ravenna (20), Forlì e Ferrara (entrambe a 16) e il Circondario Imolese (13). I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 4.833, 524 in più rispetto a ieri: le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.674 (+524 rispetto a ieri), il 97% del totale dei casi attivi. Sul fronte della campagna vaccinale questa alle 14, vede somministrate complessivamente 4.811.728 dosi; sul totale, 2.152.527 sono le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. 

Toscana
In Toscana sono 248.571 i casi di positività al Coronavirus, 513 in più rispetto a ieri. L'età media dei nuovi casi è 31 anni, col 70% dei contagiati che è under 39: in particolare il 34% ha meno di 20 anni, il 36% tra 20 e 39 anni, il 24% tra 40 e 59 anni, il 4% tra 60 e 79 anni, il 2% ha 80 anni o più. Si registrano due nuovi decessi - due uomini, età media 88 anni, della provincia uno di Firenze l'altro di Pistoia - che portano il totale a 6.903 morti. Nuovo aumento per i ricoveri che tornano sopra quota 100: per la precisione sono 112, 13 in più rispetto a ieri, di cui 16 in terapia intensiva, 2 in più. Questi i dati diffusi dalla Regione. I guariti crescono dello 0,02% e raggiungono quota 237.541 (95,6% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 4.127, +12,4% rispetto a ieri. Complessivamente, 4.015 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (441 in più rispetto a ieri, più 12,3%). Sono 10.856 (352 in più rispetto a ieri, più 3,4%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate. Riguardo alle singole province quella di Firenze registra 163 casi in più rispetto a ieri, Prato 29, Pistoia 33, Massa Carrara 27, Lucca 90, Pisa 42, Livorno 26, Arezzo 40, Siena 26, Grosseto 37.

Marche
Nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche 88 nuovi casi di 'Covid-19', il 5,9% rispetto ai 1.485 tamponi processati nel percorso per le nuove diagnosi. Rispetto al giorno precedente è di nuovo diminuito il rapporto positivi-test effettuati (era stato del 7%, con 105 casi su 1.496 tamponi), ma è ancora aumentato il tasso d'incidenza su 100 mila abitanti, passato in un giorno da 34,70 a 36,63. Lo si apprende dal primo bollettino quotidiano del Servizio sanitario regionale.

Il totale dei positivi individuati dall'inizio della crisi è salito a 104.862. E' invariato rispetto a ieri il numero dei pazienti 'Covid-19' assistiti negli ospedali: sono complessivamente 18, tutti ricoverati nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 3 pazienti, come ieri: 2 a Pesaro e 1 a San Benedetto del Tronto. Ci sono 4 pazienti ricoverati nella semi-intensiva di Pesaro (-1). Sono 11 nei reparti non intensivi: 3 (+1) a Pesaro, 5 a malattie infettive a Torrette e 3 a malattie infettive di Fermo. Nelle Marche ci sono 1.671 persone in isolamento domiciliare (+43), mentre ci sono 3 ospiti nella Rsa di Campofilone (Fermo). Sono diventati complessivamente 100.134 i dimessi-guariti, 45 più di ieri.

Abruzzo
Sono 85 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime ore in Abruzzo. E' il dato più alto registrato negli ultimi due mesi e, in particolare, dallo scorso 22 maggio. E' emerso dall'analisi di 2.197 tamponi molecolari: è risultato positivo il 3,87% dei campioni. Eseguiti anche 3.962 test antigenici. La metà dei nuovi casi riguarda solo l'area metropolitana pescarese. Per la prima volta dopo oltre un anno si registra l'azzeramento dei ricoveri in terapia intensiva: non ci sono più pazienti in rianimazione. L'incidenza dei contagi per centomila abitanti in Abruzzo sale a 30, mentre il tasso di ospedalizzazione è allo 0% per le terapie intensive e al 2% per l'area medica. I nuovi positivi hanno età compresa tra 1 e 85 anni e più della metà ha meno di 30 anni. L'incremento più consistente, 46 contagi recenti, riguarda il Pescarese, che registra il dato più alto degli ultimi tre mesi: l'incidenza settimanale aumenta di nove punti rispetto a ieri e schizza a 47; solo due settimane fa era a 7. Seguono il Teramano, con 18 nuovi casi, l'Aquilano (8) e il Chietino (7). La località con più nuovi casi è Pescara (18). Aumentano rapidamente gli attualmente positivi, che sono 84 in più, per un totale di 1.202 persone: 24 pazienti sono ricoverati in area medica (+2), mentre non ci sono persone in terapia intensiva (-1); gli altri 1.178 attualmente positivi sono in isolamento domiciliare (+83). Nelle ultime ore si registra un solo guarito (il totale sale a 72.056). Nessun decesso recente, il bilancio delle vittime è fermo a 2.514.

Lazio
Su oltre 8mila tamponi nel Lazio (-2036) e oltre 17mila antigenici per un totale di oltre 25mila test, si registrano 660 nuovi casi positivi (-185), 2 decessi (+2). I ricoverati sono 211 (+15), le terapie intensive sono 32 ( = ), i guariti sono 205. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 7,9% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2,5%. I casi a Roma città sono a quota 378. "Il numero dei casi è in frenata ma bisogna tenere conto del fine settimana: si registrano 0 decessi nelle province, 2 a Roma", spiega l'assessore alla Sanità D'Amato. 

Campania
Sono 301 i nuovi casi di contagio registrati in Campania nelle ultime 24 ore a fronte di 5.958 molecolari processati. È quanto si legge nel bollettino dell'Unità di crisi della Regione Campania. Sono 6.481 i tamponi antigenici processati. Nessun decesso è avvenuto nelle ultime 24 ore. Sono 11 i posti letto occupati in terapia intensiva (656 il totale); 180 i posti letto di degenza occupati (3.160 il totale di quelli disponibili). 

Puglia
Su 6.610 test per l'infezione da Covid-19 sono stati registrati oggi in Puglia 164 casi positivi: 43 in provincia di Bari, 12 in provincia di Brindisi, 15 nella provincia BAT, 5 in provincia di Foggia, 72 in provincia di Lecce, 10 in provincia di Taranto, 2 casi di residenti fuori regione, 5 casi di provincia di residenza non nota. Il tasso di positività è pari al 2,5% (ieri 1,04%). Non sono stati registrati decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.834.769 test. 246.172 sono i pazienti guariti. 2.213 sono i casi attualmente positivi.

Calabria
Sono 93 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al coronavirus in Calabria su 1.705 tamponi eseguiti. In Calabria finora sono stati effettuati 979.446 tamponi, le persone risultate positive sono 70.199 (ieri erano 70.106). Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Covid: rispetto a ieri scende il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi (dal 6,04% al 5,45%). Dall'inizio dell'emergenza i decessi sono 1.244 (dato invariato da due giorni), i guariti sono 66.685 (+6 rispetto a ieri), attualmente i ricoveri sono 54 (-2 rispetto a ieri) di cui 4 in terapia intensiva. Gli attualmente positivi sono 2.270 

Sicilia
Sono 568 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia a fronte di 8.025 tamponi processati nell'isola. L'incidenza fa segnare un nuovo record di poco superiore al 7,0%. L'isola resta al secondo posto per i nuovi contagi giornalieri dietro al Lazio. Gli attuali positivi sono 7.921 con un aumento di altri 449 casi. I guariti sono 119 mentre nelle ultime 24 ore non si registrano nuove vittime e il totale dei decessi resta 6.024. Sul fronte ospedaliero sono adesso 221 i ricoverati, 12 in più rispetto a ieri mentre in terapia intensiva adesso sono 29 i ricoverati, 2 in più. Sul fronte del contagio nelle singole province: Caltanissetta 115, Palermo 96, Ragusa 76, Messina 66, Agrigento 63, Catania 56, Siracusa 36, Trapani 32, Enna 28. 

Video del giorno

Schiavi di Booking? Federalberghi Veneto e il difficile rapporto con le agenzie online

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi