Picnic, una storia d’amore per il cibo all’aria aperta

Picnic, una storia d’amore per il cibo all’aria aperta
Un pranzo sull'erba d’eccellenza ad "Aria di Friuli Venezia Giulia", la kermesse che dal 26 al 29 agosto celebrerà il Prosciutto di San Daniele e i prodotti enogastronomici della regione
2 minuti di lettura

Per un picnic in piena regola bisogna avere uno spazio all’aria aperta, il piacere di condividere il cibo con gioia e qualcosa di sfizioso da mangiare. Ed è proprio allo sfizio che ci riporta l’etimologia del nome, che è poi la sua vera essenza. La parola Picnic, tanto cara agli inglesi, sarebbe in realtà di origine francofona ed è composta dal termine piquer (prendere, rubacchiare, spiluccare) e da nique (piccola cosa). Stuzzicare quindi, solleticare il palato con delle sfiziosità per passare una giornata in allegria, naturalmente immersi nella natura.
Pratica amata dal popolo fin dagli albori, se ne hanno testimonianze dalla metà del ‘600, e ripresa con successo anche dalla nobiltà che amava imbandire tavole pantagrueliche, per celebrare fruttuose battute di caccia.

 

Anche la pittura non fu immune al suo fascino. Il dipinto “Colazione sull'erba” (in francese Le déjeuner sur l'herbe) di Édouard Manet, del 1863, ne è un valido esempio.
Anche nel bel paese il picnic è stato testimone di vacanze e spensieratezza. Una ritualità davvero amata dagli italiani, che dal boom economico ai giorni recenti non ha subito nessuna recessione.

Una delle caratteristiche fondanti del mangiare all’aria aperta, al netto di compagnie schizzinose, è il poterlo fare con le mani. Il suo cibo d’elezione è naturalmente il prosciutto, il San Daniele DOP per antonomasia. La sua fetta profumata e sottile sembra fatta a posta per essere trasportata dalle dita alle labbra col solo ausilio di un sorriso. Chi volesse vivere questa esperienza nei luoghi del San Daniele, patria del famoso prosciutto, potrà prendere parte ad un picnic d’eccellenza che difficilmente dimenticherà. Ad Aria di Friuli Venezia Giulia si svolgerà la kermesse che dal 26 al 29 agosto celebrerà il Prosciutto di San Daniele e i prodotti enogastronomici della Regione. Tra i numerosi eventi previsti dal palinsesto di Aria di Friuli Venezia Giulia non poteva mancare un focus dedicato proprio al momento del picnic nel parco. In un’atmosfera unica ed elegante nel centro di San Daniele del Friuli, il Prosciutto di San Daniele in formato picnic delizierà i visitatori. Il menù è dei più interessanti: dalle bowl con pasta fredda e San Daniele, all’accostamento con il Montasio DOP. Le giornate da non perdere sono previste per il 27 e 28 agosto a partire dalle 18:30 nell’esclusiva e raffinata location di Villa Serravallo.

 

Il Prosciutto di San Daniele è l’alimento perfetto per un pranzo en plein air. L’evento “Aria di San Daniele PicNic” è stato teatro di vere e proprie immersioni nel gusto. Lo scorso luglio, la kermesse food, ha fatto tappa in tre meravigliose location immerse nel verde dove, tra sapori, natura e cultura, è stato possibile degustare il Prosciutto di San Daniele e scoprirne tutte le sue sfumature. Roma, Milano e Torino, con le loro splendide ville storiche e giardini lussureggianti, hanno accolto un ampio pubblico accorso per scoprire il menù formato picnic pensato appositamente per l’evento. L’appuntamento è quindi per la coda del mese di agosto, dal 26 al 29, ad Aria del Friuli per scoprire la gioia della condivisione e il gusto unico del prosciutto San Daniele.