Forte dei Marmi, tra ristoranti e botteghe, tutto il buono da assaporare

Locali stellati ma anche semplici trattorie sulla spiaggia: ecco i luoghi simbolo della Dolce vita del centro della Versilia
7 minuti di lettura

"Sapore di mare": al solo sentir nominare Forte dei Marmi un'intera generazione corre con la mente al film del 1983 di Carlo Vanzina che celebra la Versilia vacanziera degli anni Sessanta attraverso la vita spensierata di un gruppo di ragazzi giunti qui da tutta Italia per passare l'estate tra spiaggia, ristoranti e locali notturni, tra cui la mitica Capannina. Già da prima, negli anni Trenta, era di moda sedersi a uno dei suoi tavoli al tramonto e sorseggiare un Negroni.

Tra i clienti abituali c’erano nobili, come Della Gherardesca, Rucellai e Sforza, poeti e intellettuali, da Enrico Pea a Primo Levi, da Giuseppe Ungaretti a Eugenio Montale, che alla Versilia ha dedicato versi toccanti. Ma è col boom economico che La Capannina, con la sua clientela di capitani d’industria, politici internazionali e divi del cinema, diventa il simbolo di una dolce vita in versione tirrenica. La Capannina, discoteca, bar e ristorante, esiste ancora, col suo pubblico di giovani incuriositi dal fascino retrò o habitué di un tempo in cerca di atmosfere di un tempo.

 

Naturalmente oltre l’amarcord c’è tanto altro: sono numerosissimi i locali in cui mangiare bene e godersi cocktail vista mare o passeggiate da vip-watcher. Perché la cittadina che deve il nome al marmo delle Alpi Apuane e al fortino settecentesco simbolo dello stemma comunale, è ancora centro turistico che seduce per le spiagge e le boutique dei grandi brand, e il luogo dove nascono mode e sbocciano amori da riviste di gossip.

 

Ma il fascino di Forte dei Marmi è anche nei gesti semplici della vita di tutti i giorni, che ne ha decretato per decenni il successo come villeggiatura per famiglie: il celebre mercato del Forte il mercoledì e la domenica con le bancarelle “chic” per cui accorrono anche dalle regioni vicine a comprare indumenti di cachemire e pelletteria; fare la spesa al mercato alimentare la mattina; riposare al mare chiacchierando con i vicini di “tenda” (gli stabilimenti qui tradizionalmente non hanno ombrelloni ma veri gazebo) tra un panino e un’insalata di riso; portare i bambini a guidare le macchinine sulla pista di piazza Marconi il pomeriggio e gustare un gelato a merenda e poi indugiare in lunghi aperitivi e cenare fuori. Non mancano locali di alta cucina (in soli nove chilometri quadrati il comune conta ben quattro ristoranti stellati), ma anche trattorie contemporanee, pizzerie e focaccerie e i numerosi ristoranti sul mare.

Dove comprare
 

Mercato coperto.

Di recente ristrutturazione offre diversi stand, da quelli ortofrutticoli alle pescherie, macellerie, prodotti caseari e da forno. È aperto tutti i giorni tutto il giorno dalle 7 alle 20, in piazza Donatori di organi.

Salumeria Baroni

via Mazzini 202: Gastronomia-Formaggeria-Frutta&Verdura-Cantina Vini. Come nelle botteghe di una volta, qui si selezionano salumi e prodotti caseari di eccellenza, pasta e riso di produttori artigianali, conserve. Ci sono anche tavolini con la possibilità di consumare sul posto le specialità per pasti veloci e aperitivi, magari dopo una visita al vicino museo Ugo Guidi.

Salumeria Dai Parmigiani

via Giuseppe Mazzini 9/b: una delle tappe dopo una passeggiata sul Pontile Medaglie d'Oro è questo locale aperto fin dal 1952. Il prosciutto è il protagonista dei taglieri di salumi, poi le stagionature di parmigiano, i pecorini toscani e molte ricette per portare a casa – o mangiare sul posto nei tavolini all’aperto – piatti già pronti, incluse specialità di pesce, verdure ripiene, terrine e torte salate e dolci. Poi una selezione di oli, vini, aceti, caviale e prodotti pregiati.

Pantano Carni

Via Duca D'Osta 11. Una vera boutique della carne, con tagli esposti in vetrine illuminate come in gioielleria, dalle pregiate bistecche e filetti, con diversi gradi di maturazione, agli speciali hamburger e wurstel e ragù. Il negozio dispone di una sala di degustazione per scoprire tutti i segreti della carne dei bovini allevati in proprio.

Peck

Piazza Guglielmo Marconi 6
Un ampio luminoso negozio affacciato sulla piazza del mercato cittadino, è la succursale versiliese del celebre brand milanese. Si contraddistingue per una doppia anima: la Gastronomia, con i classici evergreen di Peck (insalata russa, vitello tonnato, gamberi in salsa cocktail, paté, formaggi, salumi, caviale e bottarga) e l’enoteca, oltre 500 etichette tra vini e champagne.

La Piccola Enoteca del Forte da Moreno

Via Della Barbiera 81. Dal 1969 il locale propone il meglio dell’enologia internazionale, vini e champagne, liquori e distillati, ma anche scaffali un banco con selezionati prodotti di norcineria e formaggi, e scaffali con caffè e cioccolato artigianale, sottoli, conserve, paste e risi.


Ristoranti sul mare

Acciughina al Bagno Carducci

via Arenile 40. Come ogni stabilimento tradizionale anche il Bagno Carducci ha il suo ristorante. L’Acciughina è diventata la versione marinara del Pozzo di Bugia di Querceta dello stimato oste Gaio Giannelli. La cucina vuole valorizzare le ricette tipiche nei ricordi di ogni vacanziere fortemarmino, con tanto pesce, “tordelli” (i ravioli della tradizione versiliese), risotti e bomboloni.

Bagno Dalmazia

Via Arenile 18. È uno degli stabilimenti più antichi della costa e mantiene intatte, le tende originali ben conservate. La cucina è curata dallo chef stellato Valentino Cassanelli e si muove tra classici della cucina di mare e qualche tocco di originalità, dai maccheroncini con salsa ai ricci di mare e tartufo ai crostini con polpo al sugo. Imperdibile la degustazione di antipasti.

Bagno Camilla

Via Arenile è uno stabilimento tutto giocato sui toni del bianco e dell’azzurro, di informale eleganza. Il ristorante è da un paio di stagioni gestito da Lorenzo, Stefano e Benedetto, il trio di chef del ristorante il Giglio di Lucca che portano sulla costa i loro sapori che qui diventano più mediterranei e freschi.

Bagno Silvio

Viale Italico. Al Forte il Bagno Silvio è una istituzione. Lo stesso si può dire per il suo ristorante, per gustare crudi di pesce, crostacei, carpacci e tartare e gli immancabili spaghetti alle arselle o il pescato del giorno nelle diverse classiche cotture.

 

Il posto “alternativo”

Sanamente Healthy Food & Juice Lab

viale Italico 7. Locale “cool” dalle atmosfere volutamente a metà tra Versilia e California, amato da chi cerca un’alimentazione sana: si comincia con la colazione a base di pancakes, torte della casa, porridge e poi piatti salati come avocado toast, club sandwich e insalate vegetariane.

Ristoranti gourmet

Bistrot

Via Achille Franceschi 14 Un ristorante amato dai turisti come dai fortemarmini per la sua accoglienza calda e professionale, la lunga tradizione della famiglia Vaiani, alla quarta generazione, e la cucina dello chef Andrea Mattei che presiede a tutte le cucine del gruppo (che comprende sempre sulla stessa via sul mare il Fratellini’s, l’Osteria del Mare e il Pesce Baracca e il Pesce Terrazza). I prodotti vegetali arrivano dalla tenuta agricola di proprietà.

La Magnolia (Hotel Byron)

Viale Ammiraglio Enrico Morin 46
Da poco è arrivato un nuovo chef, Marco Bernardo, sul “viale a mare” di Forte dei Marmi, che conferma La Magnolia del lussuoso Hotel Byron come meta di alta cucina in un’atmosfera elegante la sera e più informale a bordo piscina a ora di pranzo. Il menu à la carte convince cattura per la concentrazione di sapori e la tecnica, tra stagionature del pesce e un inno alla toscanità in chiave internazionale.

Lux Lucis (Hotel Principe)

Viale Ammiraglio Enrico Morin 67. l Lux Lucis è il ristorante Michelin di punta dell’hotel Principe di Forte dei Marmi, situato sulla terrazza della struttura, in uno splendido paesaggio tra montagne e mare. I menù,  dello Chef Valentino Cassanelli sono libera espressione della cucina italiana, delicatamente equilibrati ed eleganti, tra la terra e il mare e offrono il meglio degli ingredienti stagionali.

Lorenzo

Via Giosuè Carducci 61. Nel cuore della cittadina dal 1980 il Ristorante Lorenzo sintetizza una storia familiare d’arte (il patron è nipote dell’omonimo pittore e scrittore) e di ospitalità. Oggi affiancato dalla figlia Chiara,  prosegue la sua grande passione di far felici i suoi ospiti. A Gioacchino Pontrelli – che da molti anni guida la cucina del ristorante – è affidato il compito di ‘trasformare’ la materia prima, senza tradirne la natura, ma esaltandone le caratteristiche.

A merenda: Gelati e focaccine

Gelateria Cervino

Via Giuseppe Spinetti 16. In pieno centro storico a conduzione familiare, in un locale che sembra uscito da una cartolina anni ’60. Dal 1940 propone gelati da acquolina in bocca, granite, frullati di frutta fresca e sorbetti artigianali. I gusti si alternano tra pistacchio, yogurt, bacio, nocciola, fragola, di frutta fresca del mercato locale.

Gelateria La Chicca

Via Piave 15. Lavorazione quotidiana nel laboratorio artigianale tra gusti classidi e altri che strizzano l'occhio al mercato main stream: ecco allora il Cremino e il gusto Kinder Cereali, Oreo, ma anche freschi Arancia o Mandarino, e i golosi Torta Sacher. Per gli appassionati di cocktail: gusto Mojito, Campari Orange, Cioccolato Rum e Pera.

Da Valè (Focacceria e salumi)

Piazza Garibaldi 4. Dal 1924 vuol dire focaccine appena sfornate, da mangiare quasi scottandosi la lingua. Di solito si passa e se ne comprano un po' in una bustina da gustare in spiaggia o su una panchina, ma anche accomodandosi nel dehors. Qui le mini focacce dall’aspetto tondo e dal gusto unico sono ottime anche solo con un velo d’olio e sale, oppure farcite. E nella loro semplicità hanno conquistato tutti: principi, industriali, nobili, attori, calciatori fino alle star internazionali.

 

Aperitivi e Cocktail

Alle Boe

Via Arenile 18. Senza dubbio il posto più di tendenza e tra i più belli dove prendere un aperitivo (con relativi snack tra cui la sottilissima pizza da dividere con gli amici). Non è facile trovare un tavolo perché tutti vogliono passare qui e godersi l’ultima duna naturale del territorio, un trend creato dal talento di uno dei manager delle spiagge più famosi in città, Roberto Santini titolare anche del “Bagno dei Vip”, il Bagno Piero.

Pesce Terrazza

Sul lungomare una terrazza proiettata sul mare, ombreggiata da vele di tessuto come su una barca, per godere il tramonto tra grandi cocktail e sfiziosi snack. Questo è il luogo perfetto per immergersi nella mondanità delle serate versiliesi. A partire dal tardo pomeriggio la terrazza si anima per l’aperitivo e dalla cucina, sempre aperta fino a notte fonda, continuano ad uscire squisiti piatti di pesce da condividere a centro tavola.

Caffè Morin
A pochi passi dalla Capannina, in zona "Roma Imperiale", il Caffè Morin è tradizionale, ma anche modaiolo. I barman professionisti con esperienza internazionale, preparano cocktail classici o creativi, ma c'è una ricca scelta di grandi rum, whisky, cognac e champagne.

Almarosa
Sempre super affollato, sempre con bella musica ad alto volume: Almarosa si definisce Art Music Bar e l'ambiente è un mix di etnico rustico che ricorda un po' le osterie della campagna Toscana. Oltre alla bella lista dei drink, c'è anche un menu di piatti che accompagnano i calici. A tutta vita fino alle due di notte.

 

Trattorie contemporanee e pizzerie

Da Filippo al Forte

Via Sant'Elme 6 è la versione fortemarmina e più informale del locale di Pietrasanta. Qui la formula prevede di accogliere gli ospiti fin dal mattino con colazioni a base di lievitati fragranti e angolo edicola per ricreare l’atmosfera di paese in cui si chiacchiera al bar. Poi pranzi e cene per tutti i gusti, inclusi gli amanti delle pizze

Pesce Baracca

Via Achille Franceschi 2. Un locale unico, dinamico, inno alla qualità del prodotto ittico. Si tratta di una pescheria dove comprare per cucinare a casa o scegliere dal bancone per farsi cucinare direttamente in sede. Ma poi c’è anche la gastronomia (ottime le cozze ripiene, le seppie in zimino, le acciughe fritte) eil ristorante vero e proprio, una trattoria di mare con servizio giovane e attento

Pizzeria Regina Margherita

Via Provinciale 74. Tradizione napoletana, indicata dal Vesuvio disegnato sulla grande parete, e selezione delle materie prime per impasti di grande livello. Guarnizioni classiche o più creative in menu, tutte ben riuscite, come i fritti imperdibili per antipasto.

Orlando
Più che una focacceria, un’istituzione. Si mangiano in giardino le focaccine pregiate (anche per il portafogli). Sono dei triangolini da un ottabo di teglia, farciti con prodotti classici, come salumi, verdure crude o cotte, pesci o crostacei, formaggi, singolarmente o con abbinamenti molto particolari, che mettono insieme salumi, formaggi e frutta.

 

Sushi

Kooka sushi

Via Provinciale 2 Kooka Sushi è un piccolo angolo di Sol Levante a un passo dal centro. Offre un’atmosfera rilassante e vero stile nipponico, da gustare nel dehors estivo (o da portare via). Non manca la lista dei sake e una piccola ma interessante carta dei vini.