Atp Finals: sul campo trionfa la Germania, ma a tavola stravince la cucina italiana

(reuters)
Solo porridge per Djoko, ma i suoi colleghi tra risotto, cotoletta e dolci lasciano Torino innamorati delle nostre ricette
3 minuti di lettura

Grazie Torino, ci vediamo l’anno prossimo. Il calore dei fan, la città e in particolare la cucina italiana hanno letteralmente conquistato le stelle delle Atp Finals. I migliori giocatori del mondo del singolo e del doppio si sono sentiti coccolati nella hospitality lounge all’interno del Pala Alpitour, proprio sopra il campo di allenamento secondario allestito nel corridoio principale (foyer) che dà su piazza d’Armi, e a cui potevano accedere soltanto loro con i rispettivi staff e pochissimi e selezionatissimi vip, oltre agli addetti ai lavori che eseguivano un tampone giornaliero per stare a contatto con i top players.
 
A fare impazzire gli assi del tennis è stato Biagio Floro, esperto creatore di mozzarelle e burrate...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori