Il Cambio di Matteo Baronetto: sapori nuovi ed emozioni forti

Matteo Baronetto, chef Del Cambio 
Assaggiate lo gnocco prigioniero in un raviolo oppure la sua insalata piemontese o magari quello zucchero filato spolverato di pepe e Parmigiano. Non avrete più bisogno di parole
1 minuti di lettura

Per amarsi davvero bisogna assomigliarsi o completarsi? Stimolarsi o sopportarsi nei momenti peggiori in modo da andare insieme oltre le difficoltà e la fatica? Cosa c’entra l’indispensabile impegno nella costruzione di un amore con la gastronomia? Accidenti se c’entra soprattutto se parliamo della cucina di Matteo Baronetto
Il segreto dell’amare è semplice, bisogna mettere da parte, almeno un po’, ego e convinzioni.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori