Quando cibo fa rima con inclusione, da Milano a Bari passando per Modena

Precious, dalla Nigeria. Foto: Gloria Soverini per AIW 
Il LAc, ma ancora Ethnic Food e Association for the Integration of Woman: progetti di integrazione che partono da un piatto, "perché per qualsiasi cultura l'alimentazione è più importante di tutto"
3 minuti di lettura

È più facile far cambiare religione a un uomo che fargli cambiare dieta, sosteneva l’antropologa americana Margaret Mead a dimostrazione di quanto il cibo sia un importante fondamento di identità e un modo di preservare il proprio patrimonio culturale. Per lo stesso motivo, e con la stessa forza, ci si può identificare con gli altri mangiando ciò che mangiano loro. È

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori