In vacanza in fattoria. Per imparare i lavori contadini e fare scorpacciate in malga

(@Innsbrucktourismus/Manfred Jarisch) 
In Tirolo sono 6000 i posti letto per chi sceglie di trascorrere così le ferie. Sveglia presto, colazione con prodotti a km0, lavoro nella stalla e poi in ebike alla scoperta delle delizie locali e dei negozietti di alimentari senza commessi
4 minuti di lettura

Max e Paul hanno 9 e 10 anni e sono i figli di Caterine. Quando non c’è scuola, in estate, danno una mano in fattoria accudendo i piccoli animali: i coniglietti, le anatre e le galline che ogni giorno producono uova bianchissime e squisite che Caterine prepara alla coque per la prima colazione o che finiscono negli impasti delle torte fatte in casa dalla sorella. Alla fattoria Sattlerhof, come in tutte le altre del Tirolo, ogni membro della famiglia Schwarzenauer ha il proprio compito e gli ospiti sono ben invitati a partecipare e a collaborare ai lavori contadini. C’è da dare da mangiare agli animali, accompagnare i cavalli al pascolo, pulire le stalla, falciare l’erba e quando le mucche non sono al pascolo nelle malghe occorre mungerle, e poi aiutare in cucina con la preparazione di pane, marmellate e dolci. Insomma, stare con le mani in mano non si può. O meglio, è tutto così familiare e coinvolgente che in un attimo ci si sente parte di una quotidianità a contatto con la natura e la routine della fattoria.

Siamo a Mutters, un villaggio tradizionale tirolese situato su un altipiano a pochi chilometri da Innsbruck e collegato al centro della capitale del Tirolo da un trenino elettrico che ci impiega appena trenta minuti.

Qui i mesi di lockdown per la pandemia sono stati duri e l’isolamento totale, ma in compenso, la possibilità di tornare a viaggiare e a soggiornare ha portato un incremento del numero dei turisti che preferiscono vacanze in fattoria rispetto a quelle nei tradizionali hotel. E la ricettività aumenta: oggi i posti letto per chi sceglie una vacanza in fattoria in Tirolo sono 6000 tra camere e appartamenti e ogni fattoria ha la sua peculiarità. Da Hoarachhof si producono latte, pane contadino fatto in casa, formaggi, si coltivano erbe e frutta per ottime marmellate. Da Pechhof, oltre al latte munto ogni mattina per la prima colazione e alla coltivazione di patate e lamponi, si possono frequentare corsi di arpa tenuti dalla padrona di casa, inoltre per i tirolesi c’è la possibilità di affittare per tutta l’estate un appezzamento di terreno (di circa 20 metri quadrati) per coltivare i propri prodotti. Il progetto si chiama “Gemüsegarten Tirol” e offre l’opportunità a chi è senza giardino oppure balcone di avere un proprio orto.

Quella in fattoria è certamente un tipo di vacanza ideale per le famiglie (che possono offrire un divertimento alternativo ai bambini che vivono in contatto diretto con la natura), ma gli ambienti non sono solo rurali: sempre più fattorie sono state ristrutturate con modernità e non mancano i confort, dal wifi veloce alla spa.

(@Innsbrucktourismus/Manfred Jarisch) 
Per le fattorie che decidono di aprire le proprie porte all’ospitalità è anche un modo di arrotondare, oltre che far conoscere i propri prodotti e il territorio. Durante il soggiorno si assaggiano le produzioni di casa (dal miele ai formaggi, dal pane alle erbe aromatiche con cui fare tisane e bibite), e poi si possono acquistare per prolungare i riti gastronomici anche a casa.

Ciò che chiede il turista contemporaneo (sempre più appassionato in modo crossing a varie esperienze: dallo sport alla gastronomia, dalla natura al benessere) stimola l’offerta. E così gli artigiani aprono le proprie botteghe a visite e degustazioni, anche quelli che si trovano lungo i sentieri più impervi o nelle vette più isolate: adesso c’è la ebike che fa arrivare dappertutto anche chi non è un atleta preparato. E dunque si possono affittare biciclette con pedalata assistita per arrivare tra il verde abbagliante della natura fino alle malghe e ristorarsi con le delizie locali: dal Kaiserschmarren con i mirtilli ai canederli di spinaci o salsicce e crauti. O percorrere il sentiero storico dell’acqua salina nella valle di nella valle Halltal dove anticamente si estraeva il sale e poi ristorarsi con un pranzo al rifugio Santa Maddalena.

Canederli agli spinaci (@Innsbrucktourismus) 
La passione per i cibi locali, coltivati da piccoli agricoltori o prodotti da artigiani, ha contagiato turisti e produttori che trovano un punto di incontro nei micronegozi di fattoria. Sono già tanti i contadini tirolesi che hanno sviluppato il loro proprio Hofladen (letteralmente: spaccio aziendale) dove vendono le loro produzioni: uova, patate, erbe, verdure, marmellate, formaggi e molto altro a seconda della stagione. La curiosità è che sono negozi aperti tutti i giorni e tutto il giorno.

Al mattino presto appena svegli per approvvigionarsi di cibo per la colazione o nel cuore della notte al ritorno da una festa, quando si ha una voglia inaspettata o semplicemente quando ci si ricava il tempo per la spesa: i contadini tirolesi hanno capito che offrire i propri prodotti senza limiti di orario è un modo per fornire un servizio necessario e ben gradito. Sono nati così, con il passaparola e l’esperienza, sempre più piccoli negozi senza commessi dove poter acquistare prodotti freschi in modalità self service. Sono spazi ristretti e accoglienti, allestiti in modo semplice, con uova, frutta e ortaggi in piccole cassette e un frigorifero per i prodotti deperibili, come yogurt, formaggi e carne fresca.

Al i Wölfl’s hofladen a Ranggen, vicino a Innsbruck, gestito dai Gratl tutta la famiglia dà una mano: la nonna fa il pane fresco, il nonno è un macellaio esperto e si occupa della carne fresca e della migliore pancetta e salsicce, la nipote fa marmellata e sciroppo di fragole. Il concetto del negozio self-service è semplice: i prodotti hanno un prezzo fisso, i clienti prendono ciò di cui hanno bisogno e lasciano i soldi in una cassetta fissa sul muro. Il tutto si basa sul principio di fiducia. Il Funerhof a Axams, è aperto tutti i giorni e nelle ore di chiusura si è dotato di un  distributore automatico con uova, pancetta, formaggi e salsicce. Impossibile non rientrare a casa rigenerati e soddisfatti, con il bagagliaio pieno di prodotti genuini, e l’esperienza indelebile di una vacanza contadina, semplice e anticamente contemporanea.

 

Malghe gourmet da raggiungere in ebike

Noleggio ebike: Apperle Markus, Knappen 16, A-6094 Axams, www.appi.at  

- Scheipenhof (per mangiare I tradizionali Tiroler Blattln con crauti)

Raitis 41 , 6162 Mutters, +43 512 / 56 29 00

Kemater Alm (per assaggiare formaggio di pecora e pancetta)

Kemater Alm 110, 6095 Grinzens, www.kemater-alm.at

 

Dormire in una fattoria a Mutter

Sattlerhof
Kreith 50, www.sattlerhof-tirol.at

Hoarachhof

Kreith 19, www.hoarachhof.com

Pechhof

Nattererstraße 15, www.pechhof.at

 

Dormire in hotel a Mutter

- Hotel dasMEI****

Natterer Straße 20-22, www.dasmei.at

- Hotel Seppl****

Natterer Straße 8, www.hotel-seppl.at

 

Mangiare a Mutter

- Nattererboden

Wirtshaus Nattererboden, Natterer Boden 1, 6161 Natters, Tel. +43512546200, www.nattererboden.at

- La?rchenwald

La?rchenwald 3, 6162 Mutters, Tel. +43512548000, www.laerchenwald-mutters.at