Alti e bassi (forse troppi) all'Osteria Bartolini di Bologna

Bellissima location, sorriso a metà per l'accoglienza: paccheri da bocciare, pollice in su per cremoso di mascarpone e nocciole. Cantina minimal
1 minuti di lettura

È, quasi, una holding; il suo cognome è sinonimo di ristoranti di qualità, di una cucina di mare invitante e buona, di locali importanti, allegri, dove si sta bene. Sono nati nei decenni partendo dal nulla. Oggi i locali con la firma di Stefano Bartolini, sono tre. In Romagna il mio preferito è in un angolo marino  suggestivo, proprio sul porto canale di Cesenatico, a pochi passi dal mercato del pesce. L’altro svetta al primo piano di una struttura a Milano Marittima ed anche in questo caso l’affaccio è sul porto canale che divide la frazione, creata da milanesi poco più di un secolo fa, dal capoluogo Cervia.


Più di recente è nata l’Osteria Bartolini proprio nel cuore dell’Emilia: "Portiamo il mare a Bologna” è lo slogan. Siete nella meravigliosa piazza Malpighi, tra palazzi che fanno la storia. Uno scivolo dalla strada, un monumentale portale e poi, per questa bella stagione, un affascinante giardino contraddistinto da un gigantesco, immenso platano che ha quasi 250 anni. La Malattia ha fatto cambiare le abitudini: una volta tanto, ora, potrete prenotare.
L’interno non ha altrettanto fascino, ma è scheletricamente ben arredato ed affacciato sulla cucina a vista.
Alti e bassi nel cuore di Bologna. A parte la scomodità, per noi vecchietti, dei gradini per salire tra i tavoli sul rialzo, potreste rendervi conto che da parte di qualcuno l’accoglienza diventa quasi cordiale solo quando vi sarete tolti la mascherina ed avranno riconosciuto in voi un volto noto... Alti e bassi, poi, anche per la cucina...
2 euro per servizio e coperto: quest’ultimo costituito da una ruspante tovaglietta di carta giallognola (quella che una volta contraddistingueva le macellerie) con sopra  stampato il menu. In più, un foglio volante stampato per ulteriori aggiunte di piatti e vini.


Buono e con sapore di mare il roast-beef di tonno rosso, sufficiente (ma niente più) l’insalata di polpo, discreto il risotto fatto andare con brodo di pesce, pessimi i paccheri con calamari e vongole ( freddi e crudi), buone le crocchette di patate e baccalà, fritto insapore. Valgono il viaggio la terrina morbida con zabaglione e il cremoso di mascarpone e nocciole (che arrivano da Cravanzana, Cuneo). Cantina ai minimi termini e pranzo medio completo con 60/70 euro.



Bologna, piazza Malpighi 16
OSTERIA BARTOLINI
Tel.051.262192
www.osteriabartolinibologna.com
bologna@osteriabartolini.com

SEMPRE APERTO
PROVATO IL 20 maggio 2021

VOTO:12/20
POSIZIONE ** (2 stelle su 5)
AMBIENTE
ESTERNO 4 stelle su 5
INTERNO  2 stelle su 5
SERVIZIO 1 stella su 5
CANTINA 1 stella su 5