Meteo

Con il drone nell'occhio dell'uragano per salvare vite

Due SailDrone, i droni gallegggianti del Noaa.
Due SailDrone, i droni gallegggianti del Noaa. 
Il Noaa dispone di speciali droni galleggianti in grado di attraversare gli uragani forza 4 per effetture misurazioni nel punto in cui avviene lo scambio di calore tra oceano e perturbazione, in modo da prevederne l'evoluzione. Un esperto spiega come funzionano
2 minuti di lettura

L'occhio di un uragano è, per ovvie ragioni, il punto più impraticabile da esplorare per un esperto umano. Ma per gli speciali droni galleggianti del Noaa (National Oceanic and Atmospheric Administration) è quasi un gioco da ragazzi. Riuscire ad attraversare un uragano - resistendo a venti che superano i 200 km/h - e raccogliere minuto per minuto dati sulla temperatura dell'acqua, sul vento e la pressione atmosferica è il modo migliore per perfezionare le previsioni sulla forza dell'uragano che si abbatterà sulle coste.