Salute

Povero pangolino, riprende quota il contrabbando. Un business da 100 miliardi all'anno

Foresta a Sibolangit, nel nord di Sumatra, in Indonesia. Un pangolino rilasciato in natura dopo essere stato sequestrato nel corso di una operazione contro il commercio illegale. NurPhoto/NurPhoto via Getty Images 
Declino della biodiversità, estinzione di specie, maltrattamento degli animali e l'aumento esponenziale del rischio di nuove malattie zoonotiche (come il Covid) tra i danni del commercio illegale, che è stato solo rallentato da pandemia e lockdown, avverte l'Unodc
2 minuti di lettura

Il commercio di specie animali e vegetali selvatiche è uno dei più importanti business illegali sul Pianeta, insieme al traffico di esseri umani, di droga e di armi. Viene effettuato da organizzati network criminali che hanno una lunga esperienza e conoscono tutti i metodi per limitare i rischi di questa lucrosa attività. 

Salute

Il

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori