Riciclo

Se la plastica usa gli scarti del vino brinda anche il Pianeta

La 'polvere di vino' di AgroMateriae 
AgroMateriae, una startup emiliana, trasforma bucce d’uva e vinaccioli in una polvere che può essere miscelata fino al 60% a  plastiche e bioplastiche. Oltre al risparmio economico nei processi di realizzazione, accelera la biodegradazione
2 minuti di lettura

MODENA - La plastica è tra i materiali più prodotti e diffusi al mondo, secondo solo alla carta. Nella sola Europa rappresenta la settima industria più sviluppata e anche la più demonizzata per questioni ambientali, dall’opinione pubblica, dalla grande distribuzione, dalle politiche centrali (con misure come la messa al bando della plastica monouso e la plastic tax).

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori