L'intervista

"Dieta classica o vegana? L'app aiuta a scegliere per la salute e l'ambiente"

(foto: Tim Boyle/Getty Images) 
Gli algoritmi calcolano anche le emissioni relative a produzione o al trasporto degli alimenti, individuando l’impatto minore sia sui gas serra che sulla biodiversità, spiega Christie Walker dell’Istituto di Ingegneria Ambientale del Politecnico di Zurigo che ha sviluppato il sistema
2 minuti di lettura

Salvare il Pianeta e al tempo stesso il girovita si può, grazie a un’app realizzata da Christie Walker, ricercatrice all’Istituto di Ingegneria Ambientale del Politecnico di Zurigo. Una volta inseriti nell’interfaccia del software i dati (la nazione, il mese, il peso, il sesso, l’altezza e l’età), gli algoritmi si mettono all’opera per calcolare una dieta che, considerando oltre 500 prodotti alimentari, raggruppi tutti i nutrienti necessari a una vita in salute, e al tempo stesso indichi quelli che hanno – secondo tutta una serie di fattori come le emissioni relative alla loro produzione o al trasporto – l’impatto minore sia sui gas serra che sulla biodiversità. 

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori