Montagna

Stelvio, la memoria dei ghiacciai: riaffiorano i reperti della Grande Guerra

A Bormio un museo conserverà quel che è stato trovato dove il ghiaccio si è ritirato: armamenti, slitte, letti di paglia, lanterne, giornali, monete, indumenti e scatole di cibo. Oggetti bellici del 1914-'18 rinvenuti nel 2015 sul Monte Scorluzzo a 3094 metri di altitudine

2 minuti di lettura

Gli enigmi del ghiaccio, i misteri e le tracce della storia riemergono dal fondo del tempo con lo scioglimento e il progressivo ritiro dei ghiacciai sulle Alpi. Il terreno ghiacciato sembrava eterno invece sparisce velocemente. Ma la storia avanza, non arretra. E così i resti del passato ricompaiono a distanza di molti decenni. La riduzione dei ghiacciai alpini sta riportando infatti alla luce una quantità sempre più alta di reperti bellici risalenti alle due guerre mondiali.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori