L'intervista

Reinhold Messner: "Con un passo più lento, in silenzio: solo così salveremo la nostra montagna"

Reinhold Messner 
Lo scalatore racconta il suo rapporto con le vette e la lotta dell'uomo con il clima. "Ci sono centinaia di posti e angoli dove nessuno è ancora mai andato, neanche io. Dobbiamo rallentare i nostri ritmi"
4 minuti di lettura

E’ considerato uno tra i più grandi alpinisti di tutti i tempi. Reinhold Messner, nato nel 1944, ha sempre cercato nuove sfide nel rapporto tra l’uomo e la natura, tra l’uomo e la montagna, sperimentando il limite in ogni esperienza che ha compiuto non solo nelle ascensioni in alta quota, ma anche nelle spedizioni ai Poli o nella traversata del deserto del Gobi: E’ stato il primo scalatore ad aver salito tutti e quattordici gli Ottomila, e il primo ad aver salito l’Everest in solitaria e senza ossigeno.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori