Piano energetico, risparmi in vista

Nuovi punti luce e meno spreco. Un investimento da 57mila euro

SPINEA. Il Comune presenta il Piano dell’illuminazione in città finalizzato al contenimento dell’inquinamento luminoso. Pronti 57.800 euro di investimento per i prossimi anni: serviranno a sostituire e modificare i 3.560 punti luci presenti in città, lungo 115 chilometri di strade e piazze e che producono un consumo di energia elettrica pari a 1.735 megawatt/ora l’anno. Una spesa che sarà in gran parte recuperata nei primi quattro anni, grazie all’importante risparmio energetico atteso, che si prevede sarà nell’ordine dei 69,47 megawatt/ora, per 14.300 euro di fondi spesi in meno ogni anno.

Il Comune ha previsto soprattutto la sostituzione dei punti luce esistenti con moderne lampade a vapori di mercurio. Saranno in tutto 289, dislocate nel territorio comunale. Successivamente la “fase 2” prevede l’adeguamento delle lampade non conformi per geometria o conformazione al miglior rapporto consumo-resa: 259.200 euro verranno spesi in pratica per lavori di sostituzione o adeguamento delle armature dei lampioni.

Il terzo e ultimo intervento prevede infine l’adeguamento dell’alimentazione elettrica dei circuiti e sui quadri elettrici di comando: quindi manutenzione delle fotocellule, installazione di interruttori orari digitali, sostituzione delle parti danneggiate. Anche i privati però dovranno fare la loro parte: il Comune ha infatti previsto di modificare il regolamento edilizio con l’inserimento di un nuovo articolo che prevede certificazioni da parte del progettista, del produttore e del direttore dei lavori all’interno della richiesta di agibilità. L’obiettivo è ridurre l’inquinamento luminoso di Spinea e, di conseguenza, anche i consumi energetici, con vantaggi per l’ambiente ma anche per le tasche dei cittadini. (f.d.g.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi