Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sfratto scongiurato a Favaro La Cisl: bisogna fare di più

Provvedimento rinviato a carico di una famiglia con morosità Nell’ultimo anno in provincia ne sono stati eseguiti 399  a fronte di 2.172 richieste

Ennesimo sfratto scongiurato ieri mattina in via Claudia a Favaro. L’ufficiale giudiziario è intervenuto per allontanare i proprietari di una abitazione dove risiede una famiglia con due figli minori che non riesce a pagare l’affitto, perché il papà ha perduto il lavoro. In aiuto del nucleo famigliare è arrivato lo Sportello Sociale per il diritto alla Casa di Sinistra Italiana, che è riuscito grazie alla responsabile, Diana Zancarello, a far rinviare lo sfratto di una decina di giorni.

«Il ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Ennesimo sfratto scongiurato ieri mattina in via Claudia a Favaro. L’ufficiale giudiziario è intervenuto per allontanare i proprietari di una abitazione dove risiede una famiglia con due figli minori che non riesce a pagare l’affitto, perché il papà ha perduto il lavoro. In aiuto del nucleo famigliare è arrivato lo Sportello Sociale per il diritto alla Casa di Sinistra Italiana, che è riuscito grazie alla responsabile, Diana Zancarello, a far rinviare lo sfratto di una decina di giorni.

«Il padre» spiega «ha fatto domanda per morosità incolpevole, per risolvere la situazione non serviva molto. Per questo genere di morosità ci sono dei fondi, vorrei capire quando il Comune pensa di usarli: abbiamo seguito diversi casi, mandato richieste, ma non hanno assistito le persone né stanziato i fondi, che sono dello Stato». Nel frattempo la famiglia si sta organizzando per quando dovrà lasciare la casa. Probabilmente i minori andranno dai nonni e i genitori si sistemeranno in un’auto di fortuna.

Recentemente sono stati pubblicati i dati del Ministero dell’Interno relativi agli sfratti 2017. In Veneto l’Ufficiale Giudiziario ha consegnato lo sfratto a 5.573 famiglie, a cui toccherà la stessa sorte che è già capitata ad altre 2.400 già sfrattate. Numeri più bassi degli anni scorsi solo perché i dati della Città Metropolitana di Venezia sono incompleti secondo i sindacati.

A lanciare l’allarme è Gianfranco Refosco, segretario Cisl Veneto. «Sono famiglie che stanno ancora pagando gli effetti della crisi con la perdita di un bene fondamentale, come la casa. Dal 2009 al 2017 sono già state sfrattate in Veneto oltre 21.000 famiglie, ovvero circa 60.000 persone: una vera e propria città di senza casa, senza considerare gli effetti delle altre almeno 40.000 procedure in corso». Nell’ultimo anno in provincia sono state fatte 2.172 richieste di esecuzione (399 gli sfratti eseguiti). Per la Cisl a fronte di una vera e propria emergenza abitativa non corrisponde una adeguata risposta in termini di politiche per il diritto alla casa, come testimonia l’insufficienza delle risorse stanziate per il Fondo Affitti (10 milioni all’anno a livello nazionale). —

M.A.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI