Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Riapre il ponte della Vittoria: mercoledì via libera al traffico

Martedì ultimo giorno di chiusura per smontare e rimontare le impalcature. La circolazione sarà su due sensi di giorno e alternato dalle 20 alle 6

SAN DONÀ. Oggi secondo giorno di chiusura totale del ponte della Vittoria per smontare e rimontare le impalcature che consentiranno di riaprirlo al traffico domani con l’inizio delle scuole. Anche oggi, dunque, il ponte della Vittoria sarà chiuso e pertanto verrà consentito il transito gratuito al ponte di barche di Fossalta grazie a un accordo con Anas che ha garantito l’indennizzo alla società proprietaria della infrastruttura galleggiante. È anche possibile che, se gli operai accelererann ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN DONÀ. Oggi secondo giorno di chiusura totale del ponte della Vittoria per smontare e rimontare le impalcature che consentiranno di riaprirlo al traffico domani con l’inizio delle scuole. Anche oggi, dunque, il ponte della Vittoria sarà chiuso e pertanto verrà consentito il transito gratuito al ponte di barche di Fossalta grazie a un accordo con Anas che ha garantito l’indennizzo alla società proprietaria della infrastruttura galleggiante. È anche possibile che, se gli operai accelereranno le procedure per rimontare le speciali impalcature il ponte possa essere riaperto già stasera.

Domani alle 6 del mattino in punto, dunque il ponte della Vittoria tornerà aperto al traffico di giorno lungo entrambi i sensi di marcia. Resterà aperto fino alle 20 quando, grazie alle nuove impalcature, gli operai potranno alternarsi tra la parte esterna e quella interne, quindi lavorare di notte con la circolazione nuovamente a senso unico alternato fino alle 6 regolata da semaforo.

È stata trovata questa soluzione, in sintonia con i Comuni di San Donà e Musile e i vertici Anas, anche perché i tempi per la dipintura si sono dilungati rispetto alle scadenze inizialmente previste tra il 7 e il 9 di settembre. La dipintura si protrarrà almeno fino a ottobre, non si sa ancora esattamente quando, e poi partiranno i lavori di manutenzione dei giunti che saranno concentrati nella parte sottostante senza più necessità di chiudere l’infrastruttura al traffico, né di giorno né di notte.

La ditta locale, la Maggiò Costruzioni, incaricata dai Comuni per vagliare i lavori degli operai sul ponte, assegnati da Anas a un’impresa di Santa Maria Capua Vetere, ha accertato che la dipintura, indipendentemente dalla necessità o meno di una sabbiatura preventiva, è stata eseguita bene e il risultato della verniciatura è soddisfacente secondo gli standard di qualità previsti.

La sindaca di Musile, Silvia Susanna, e quello di San Donà, Andrea Cereser, con l’assessore alla viabilità Lorena Marin, sono soddisfatti della mediazione per alleviare i disagi, ma restano le critiche per l’apertura dei cantieri il 6 di agosto e i lavori a rilento nel periodo delle ferie estive quando ci si aspettava al contrario un ritmo sostenuto per rispettare i tempi inizialmente annunciati dagli amministratori che ne avevano discusso con i vertici Anas.

Il vice governatore del Veneto, Gianluca Forcolin, è stato molto critico sui tempi dei cantieri ed è intervenuto anche sui social per denunciare i disagi. Lo stesso il consigliere comunale di opposizione Massimiliano Rizzello (FdI), che era pronto a sostenere anche una protesta pubblica dei cittadini nel cuore dell’estate. —