Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Paesi invasi dalle cimici «Troppe colture di soia»

CAMPAGNA LUPIAProteste a Lova, Lughetto e Gambarare per la massiccia presenza di cimici verdi. Secondo ir esidenti la colpa è di estesi campi di soia coltivati a rotazione almeno due volte l’anno....

CAMPAGNA LUPIA

Proteste a Lova, Lughetto e Gambarare per la massiccia presenza di cimici verdi. Secondo ir esidenti la colpa è di estesi campi di soia coltivati a rotazione almeno due volte l’anno. «Capiamo», spiegano, « le esigenze degli agricoltori ma certo non possiamo subire ogni anno le conseguenze di queste colture: centinaia di cimici verdi (i maschi) e marroni (le femmine) puzzolenti, infestano le nostre case nei periodi di ottobre e settembre , quando cioè cominciano a sentire che al ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPAGNA LUPIA

Proteste a Lova, Lughetto e Gambarare per la massiccia presenza di cimici verdi. Secondo ir esidenti la colpa è di estesi campi di soia coltivati a rotazione almeno due volte l’anno. «Capiamo», spiegano, « le esigenze degli agricoltori ma certo non possiamo subire ogni anno le conseguenze di queste colture: centinaia di cimici verdi (i maschi) e marroni (le femmine) puzzolenti, infestano le nostre case nei periodi di ottobre e settembre , quando cioè cominciano a sentire che alla notte le temperature scendono e si riparano per l’inverno in ambienti più caldi. Sarebbe opportuno che almeno queste coltivazioni fossero fatte una volta l’anno e cioè da aprile a maggio con la temperatura in crescendo e non anche verso l’autunno».

Tante segnalazioni ai sindaci e la richiesta di risarcimento dei disagi patiti. Va ricordato però che queste cimici verdi erbivore nulla hanno a che fare con le cimici da letto di color rosso un parassita che invece punge l’uomo. —

A. Ab.