Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Si finge un tecnico Sky anziano paga mille euro truffatore in manette

TORRE DI MOSTOHa finto di essere un tecnico televisivo di Sky e, simulando degli interventi mai effettuati, ha sottratto migliaia di euro a un anziano di Torre di Mosto. Il presunto truffatore è un...

TORRE DI MOSTO

Ha finto di essere un tecnico televisivo di Sky e, simulando degli interventi mai effettuati, ha sottratto migliaia di euro a un anziano di Torre di Mosto. Il presunto truffatore è un 33enne, C. A. , pregiudicato con precedenti per fatti analoghi.

L’uomo è stato arrestato dai carabinieri di Caorle nella serata di giovedì. Secondo quanto accertato dai militari, ad agosto il 33enne si era presentato a casa di un anziano di Torre di Mosto, fingendo di essere un tecnico di Sky e si ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

TORRE DI MOSTO

Ha finto di essere un tecnico televisivo di Sky e, simulando degli interventi mai effettuati, ha sottratto migliaia di euro a un anziano di Torre di Mosto. Il presunto truffatore è un 33enne, C. A. , pregiudicato con precedenti per fatti analoghi.

L’uomo è stato arrestato dai carabinieri di Caorle nella serata di giovedì. Secondo quanto accertato dai militari, ad agosto il 33enne si era presentato a casa di un anziano di Torre di Mosto, fingendo di essere un tecnico di Sky e simulando degli interventi in realtà mai effettuati.

L’uomo si è fatto così consegnare dall’anziano una carta di credito, da cui sarebbe riuscito a prelevare mille euro in quattro tranche, attraverso un Pos che i carabinieri hanno scoperto riconducibile a una ditta di vendita di alimenti intestata a suo nome, ma chiusa a giugno. Lo stesso finto tecnico ha effettuato quattro prelievi con il bancomat dell’anziano in un ufficio postale della zona, restituendolo poi alla malcapitata vittima senza che questi se ne accorgesse. In seguito alla segnalazione ricevuta, i carabinieri hanno avviato le indagini, individuando il 33enne. I militari hanno così scoperto che l’uomo, già condannato per fatti analoghi, si trovava sottoposto alla misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali, dopo aver subito una condanna definitiva a 18 mesi.

Per il 33enne è scattata l’ordinanza di revoca dell’affidamento, è stato quindi trasferito in carcere a Venezia. In seguito a perquisizione durante l’arresto, è stato ritrovato il Pos utilizzato per le transazioni. —

G.Mon.