Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Trovata barca rubata nella Repubblica Ceca

JESOLOI carabinieri di Cavallino-Treporti hanno scoperto e sequestrato a Jesolo una barca con motore fuoribordo rubata nella Repubblica Ceca. È accaduto giovedì sera, frutto del lavoro di squadra tra...

JESOLO

I carabinieri di Cavallino-Treporti hanno scoperto e sequestrato a Jesolo una barca con motore fuoribordo rubata nella Repubblica Ceca. È accaduto giovedì sera, frutto del lavoro di squadra tra il servizio di cooperazione internazionale di polizia ed i militari della stazione di Ca’ Savio. La nota era giunta dopo che l’organo di polizia della Repubblica Ceca aveva segnalato la probabile presenza a Cavallino-Treporti, a seguito della visione di un annuncio di vendita online, di una barc ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

JESOLO

I carabinieri di Cavallino-Treporti hanno scoperto e sequestrato a Jesolo una barca con motore fuoribordo rubata nella Repubblica Ceca. È accaduto giovedì sera, frutto del lavoro di squadra tra il servizio di cooperazione internazionale di polizia ed i militari della stazione di Ca’ Savio. La nota era giunta dopo che l’organo di polizia della Repubblica Ceca aveva segnalato la probabile presenza a Cavallino-Treporti, a seguito della visione di un annuncio di vendita online, di una barca rubata qualche mese prima, il cui ladro era già stato arrestato. I carabinieri prima hanno rastrellato senza successo la darsena Marina del Cavallino per poi estendere la ricerca al Porto Turistico di Jesolo dove alla fine la barca è stata individuata grazie al numero di matricola del motore.

Il proprietario, residente sul litorale, ha dichiarato di aver acquistato la barca in buona fede grazie ad un annuncio di vendita online.

Ancora da verificare come il mezzo sia arrivato in Italia. Ora rischia l’accusa di illeciti che vanno dalla ricettazione all’incauto acquisto. —

Francesco Macaluso