Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Mentre cerca funghi precipita nel canalone Muore a 79 anni

Giorgio Bozzo, di Carpenedo, è scivolato da una roccia Era scomparso da martedì sera ed è stato trovato ieri

Precipita nel canalone: muore un anziano mestrino. È stato ritrovato ieri mattina, a Mezzavalle, il corpo senza vita di Giorgio Bozzo, il 79enne di Carpenedo, che era scomparso martedì sera in Val di Gares. L’uomo è deceduto per il politrauma riportato nella caduta da un sentiero, che stava percorrendo a piedi. Era ospite ormai da qualche giorno del campeggio Lastei con la moglie per un periodo di vacanza e, verso le 15.30, dell’altro ieri si era allontanato da solo a piedi, per farsi una ca ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Precipita nel canalone: muore un anziano mestrino. È stato ritrovato ieri mattina, a Mezzavalle, il corpo senza vita di Giorgio Bozzo, il 79enne di Carpenedo, che era scomparso martedì sera in Val di Gares. L’uomo è deceduto per il politrauma riportato nella caduta da un sentiero, che stava percorrendo a piedi. Era ospite ormai da qualche giorno del campeggio Lastei con la moglie per un periodo di vacanza e, verso le 15.30, dell’altro ieri si era allontanato da solo a piedi, per farsi una camminata e cercare funghi. La moglie non l’aveva più visto rientrare, non riusciva a mettersi in contatto con lui e, al buio delle 21, ha dato l’allarme con una telefonata ai carabinieri. Era abituata alle sue lunghe escursioni, ma stavolta il ritardo era preoccupante. Il Soccorso alpino della Val Biois si era portato per primo sul luogo presunto della scomparsa con due cani, dei quali uno molecolare e aveva cominciato a perlustrare i sentieri intorno al campeggio fino a notte inoltrata. Nessuna traccia, nessun risultato concreto. Alle 6 di ieri mattina, sono arrivati i rinforzi e le ricerche si sono estese nelle zone in cui di solito di trovano i funghi e sulla rete dei sentieri. Erano pronti al decollo l’elicottero dei vigili del fuoco, che sarebbe stato utile a portare alcune squadre di soccorritori in quota e quello della Guardia di finanza, per sorvolare l’area. Ma verso le 9 è arrivata la notizia del rinvenimento del suo corpo da parte di una squadra. Durante la ricerca nell’area loro affidata, alcuni soccorritori l’avevano trovato in fondo a un canalone nel bosco. Per Bozzo, non c’era più niente da fare. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, una volta presa la direzione verso Casera Vecia, l’anziano era uscito dal sentiero, finendo sopra dei salti di roccia dai quali era scivolato, rotolando per quasi 200 metri. Dopo essere stata ricomposta, la salma è stata imbarellata e calata a valle fino alla strada comunale, per essere poi affidata al carro funebre. Le cause del decesso erano chiare e il pubblico ministero Marcon ha dato il nulla osta alla sepoltura, senza disporre esami supplementari. Erano presenti alle ricerche il Soccorso alpino di Val Biois, Alleghe, Agordo, Val Pettorina, il Sagf di Cortina e Passo Rolle e i vigili del fuoco. —

Gigi Sosso

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI