Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tempi ancora incerti sul ponte dubbi sugli interventi di Anas

Domani l’incontro con l’assessore regionale De Berti e il vice governatore Forcolin Maschietto pubblica il costo dell’opera, 980 mila euro, e scatena una polemica



SAN DONà

Polemiche sui lavori al ponte della Vittoria, ora i sindaci dei Comuni di San Donà e Musile attendono la relazione dei tecnici incaricati per accertare la qualità degli interventi effettuati, sui quali si sono però addensati molti dubbi segnalati anche ad Anas. Le perplessità sono in particolare sulla metodologia della dipintura, tanti che è stato chiesto se siano state effettuate o meno delle operazioni di sabbiatura prima della verniciatura.

I tempi, intanto, si allungano anche p ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter



SAN DONà

Polemiche sui lavori al ponte della Vittoria, ora i sindaci dei Comuni di San Donà e Musile attendono la relazione dei tecnici incaricati per accertare la qualità degli interventi effettuati, sui quali si sono però addensati molti dubbi segnalati anche ad Anas. Le perplessità sono in particolare sulla metodologia della dipintura, tanti che è stato chiesto se siano state effettuate o meno delle operazioni di sabbiatura prima della verniciatura.

I tempi, intanto, si allungano anche perché gli operai sono ancora all’inizio della campata dalla parte di Musile. Domani si terrà un incontro con l’assessore regionale ai Lavori pubblici Elisa De Berti e con il vice governatore del Veneto, Gianluca Forcolin, per fare il punto e capire quale sarà il futuro del ponte della Vittoria, i cui lavori potrebbero protrarsi, compresa la manutenzione dei giunti, fino a ottobre o addirittura novembre.

Intanto ha suscitato un’appassionata discussione in rete la pubblicazione dei costi dell’intervento postata dal vice sindaco di Musile, Vittorino Maschietto: circa 980 mila euro, cifra che per qualcuno dovrebbe garantire un lavoro perfetto in tempi brevi.

Le opposizioni a San Donà invitano alla collaborazione nell’interesse della città. Massimiliano Rizzello di Fratelli d’Italia, all’opposizione in Consiglio comunale, tende la mano: «Non si tratta di fare polemiche sterili, dobbiamo lavorare tutti nell’interesse dei cittadini. Ringrazio, anzi, i sindaci di San Donà e Musile che si sono interessati in questi giorni. Un intervento da 980 mila euro non è poco. Ma la qualità della dipintura è davanti agli occhi di tutti e lo stesso vale per i dubbi sulla mancanza di una sabbiatura per scrostare la ruggine. Non vogliamo che dopo tanti disagi, tra pochi anni, si torni al punto di partenza». La relazione dei tecnici incaricati dai Comuni, stimolata dalla sindaca di Musile, Silvia Susanna, potrà mettere tutto nero su bianco. I primi cittadini, Susanna e anche Andrea Cereser, hanno comunque fatto presente questi problemi ad Anas.

Ora, per l’inizio delle scuole, la speranza è che possa essere riaperta la circolazione a doppio senso. Verrebbero montate le impalcature in modo tale che gli operai possano lavorare di giorno all’esterno e sotto il ponte e di notte all’interno, con il ripristino del senso unico alternato regolato da semaforo. Questo allevierebbe molto i disagi sul ponte.

Le code si formano anche al ponte di barche di Fossalta di Piave, a pagamento, che verrebbe aperto al transito gratuito, con indennizzo a carico di Anas, quando saranno terminati i lavori di dipintura e smontate le impalcature per tre giorni di chiusura completa del ponte della Vittoria, ma non si sa a oggi per quale data. —