Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Marghera, si lancia all'inseguimento di tre rapinatori e li fa arrestare

Intervento della Polizia a Marghera (foto d'archivio)

In manette una 46enne veneziana e due 18enni albanesi: hanno derubato un uomo per strada e una testimone ha chiamato il 113

MARGHERA. Assiste a una rapina per strada, avvisa il 113 e si mette allìinseguimento dei rapinatori, facendoli arrestare.

Grazie al senso civico di una testimone, gli agenti del Commissariato di Marghera  hanno così arrestato tre rapinatori - una veneziana, di 46 anni e due albanesi di 18enni - per rapina in concorso aggravata.

I due giovani hanno aggredito un uomo lungo viale San Marco a Mestre, sottraendogli il borsello, che portava a tracolla, mentre la donna li attendeva in una macchina ch ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MARGHERA. Assiste a una rapina per strada, avvisa il 113 e si mette allìinseguimento dei rapinatori, facendoli arrestare.

Grazie al senso civico di una testimone, gli agenti del Commissariato di Marghera  hanno così arrestato tre rapinatori - una veneziana, di 46 anni e due albanesi di 18enni - per rapina in concorso aggravata.

I due giovani hanno aggredito un uomo lungo viale San Marco a Mestre, sottraendogli il borsello, che portava a tracolla, mentre la donna li attendeva in una macchina che hanno poi utilizzato per fuggire. Ad assistere alla scena una cittadina che ha subito chiamato il 113 e si è messa all'inseguimento, con la sua auto, dei malviventi.

Fondamentale il suo apporto per comunicare alla sala operativa gli spostamenti dei rapinatori che si sono diretti verso Marghera dove ad attenderli hanno trovato due equipaggi delle Volante che li hanno bloccati. Durante il controllo dei tre e la perquisizione dell'autovettura i poliziotti hanno rinvenuto un coltello a serramanico in acciaio, 145 euro, un cacciavite di colore nero, due telefoni e due portafogli che non appartenevano a nessuno dei tre controllati.

Sentite le dichiarazioni della testimone gli agenti hanno arrestato i rapinatori e li hanno condotti negli uffici del Commissariato di Marghera. Giunti in Commissariato i due 18enni albanesi sono stati riconosciuti anche da un secondo uomo, che poco prima era stato vittima di una rapina e che si trovava negli uffici della polizia per sporgere denuncia. Tra la refurtiva sequestrata sono stati, infatti, rinvenuti portafogli e telefono sia della prima che della seconda vittima.