Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Lavori sul ponte della Vittoria controlli sull’intervento di Anas

Si teme che la ditta incaricata non rispetti il termine concordato del 7 settembre Nominato l’esperto Costanzo Maggiò che condurrà le verifiche a titolo gratuito

MUSILE

Lavori sospesi per il maltempo, da oggi si riparte al ponte della Vittoria, ma il Comune di Musile, in accordo con San Donà, ha incaricato un esperto per esaminare l’intervento di Anas e della ditta incaricata di Santa Maria Capua Vetere. Le perplessità riguardano il rispetto dei tempi.

Difficile pensare che per il 7 settembre il ponte sia completamente ridipinto e si possa partire con la seconda fase di manutenzione ai giunti. Se così non fosse sarebbe un disastro perché i lavori, co ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MUSILE

Lavori sospesi per il maltempo, da oggi si riparte al ponte della Vittoria, ma il Comune di Musile, in accordo con San Donà, ha incaricato un esperto per esaminare l’intervento di Anas e della ditta incaricata di Santa Maria Capua Vetere. Le perplessità riguardano il rispetto dei tempi.

Difficile pensare che per il 7 settembre il ponte sia completamente ridipinto e si possa partire con la seconda fase di manutenzione ai giunti. Se così non fosse sarebbe un disastro perché i lavori, con senso unico alternato regolato da semaforo e inevitabili code, coinciderebbero con la riapertura delle scuole precipitando San Donà e Musile nel caos. Oggi Anas ha assicurato tre squadre che lavoreranno giorno e notte. Ma la sindaca di Musile, Silvia Susanna, che neppure dalla ferie con la famiglia ha mai spesso di chiedere spiegazioni ad Anas, in questi giorni ha fatto un sopralluogo constatando che la impalcatura mobile è ancora ferma nello stesso punto verso Musile. E il ponte è molto lungo.

Ha così incaricato, in accordo con il sindaco di San Donà, Andrea Cereser, un esperto, Costanzo Maggiò della “Maggiò Costruzioni”, che ha assistito il Comune anche per l’intervento al monumento del Bersagliere, affinchè controlli lo stato di avanzamento e i lavori. Lo farà a titolo gratuito. «Forniremo le specifiche tecniche riguardanti l’intervento», spiega la sindaca, «per dar modo di verificare l’idoneità del processo di lavorazione e per cercare di comprendere tempi e modi. Il territorio ha fatto squadra, con le amministrazioni , e gli imprenditori interverranno mettendosi a disposizione con le proprie competenze per vigilare che l’intervento venga realizzato seguendo tutti i criteri della regola d’arte. Questo mi pare un nuovo e interessante approccio a tutela dei cittadini tanto più che viene fatto con spirito di collaborazione visto che è fatto a titolo gratuito». Nei giorni scorsi dalle file dell’opposizione a San Donà, Massimiliano Rizzello di Fratelli d’Italia ha suggerito di rivedere almeno i tempi del semaforo per il senso unico alternato che causa lunghe code soprattutto da San Donà in direzione Musile. Forse modificando i tempi potrebbe essere diminuito il flusso in quella direzione. Il vice governatore del Veneto Gianluca Forcolin aveva addirittura proposto un senso unico in una sola direzione, decidendo quale sia la più opportuna. Il traffico, già normalmente intenso nelle ore di punta, adesso versa davvero in una situazione difficile, anche perché non viene sufficientemente utilizzato il ponte alternativo dei Granatieri di Sardegna, oltre a quello di Eraclea. Sabato sera il basso Piave era praticamente paralizzato dalla parte di San Donà. Confermato l’assenso di Anas all’apertura del ponte di barche a Fossalta quando il ponte dovrà essere nuovamente chiuso con transito gratito per 5 giorni. —