Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Nessun disegno oscuro dietro al trasferimento»

Nessuno dissidio interno, il professor Favaretto è stato trasferito a Fossalta di Piave perché all’artistico di Venezia era venuta meno la sua cattedra (disegno geometrico) per esigenze didattiche. E...

Nessuno dissidio interno, il professor Favaretto è stato trasferito a Fossalta di Piave perché all’artistico di Venezia era venuta meno la sua cattedra (disegno geometrico) per esigenze didattiche. E la decisione è stata presa dall’Ufficio Scolastico Provinciale, unico competente a decidere l’organico dei docenti, in base alle graduatorie scolastiche. È la spiegazione del dirigente scolastico Roberto Sintini, preside del liceo Benedetti-Tommaseo e reggente nell’ultimo anno scolastico dell’ar ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Nessuno dissidio interno, il professor Favaretto è stato trasferito a Fossalta di Piave perché all’artistico di Venezia era venuta meno la sua cattedra (disegno geometrico) per esigenze didattiche. E la decisione è stata presa dall’Ufficio Scolastico Provinciale, unico competente a decidere l’organico dei docenti, in base alle graduatorie scolastiche. È la spiegazione del dirigente scolastico Roberto Sintini, preside del liceo Benedetti-Tommaseo e reggente nell’ultimo anno scolastico dell’artistico-Marco Polo, dopo la petizione a sostegno del professore trasferito dopo 18 anni di insegnamento a Venezia. «Il mio incarico» spiega Sintini «è iniziato a partire dal 4 ottobre scorso. Quando sono subentrato, i giochi erano ormai fatti. Si è cercato di capire se era possibile trattenerlo con una cattedra a progetto, ma a metà ottobre il Miur ha disposto il trasferimento a Fossalta di Piave. È una questione di legittimità giuridica, spetta all’Ufficio scolastico decidere gli organici di ciascuna scuola». Nessuna manovra per allontanare il professore, come sospettano i 153 firmatari della petizione. All’origine del trasferimento da Venezia, c’è un normale turn over a inizio anno scolastico 2017/2018. Con il supporto di alcuni colleghi e genitori, gli studenti hanno scritto un documento in cui ricordano le iniziative del professor Favaretto negli anni. Tra queste: sua l’idea di un corso extracurricolare di restauro, di ceramica bizantina e di fotografia, e il premo Seltzer: un concorso riservato agli studenti, con importanti premi in denaro. —