Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Un caso di West Nile anche a Briana donna già dimessa

NOALEUn caso di Febbre del Nilo a Noale, la cosiddetta West Nile ma la paziente è stata già dimessa. Si tratta del secondo rilevato nel comprensorio, a Fornase di Spinea, dove è stato subito attivato...

NOALE

Un caso di Febbre del Nilo a Noale, la cosiddetta West Nile ma la paziente è stata già dimessa. Si tratta del secondo rilevato nel comprensorio, a Fornase di Spinea, dove è stato subito attivato il protocollo sanitario previsto. Anche a Noale il fatto è accaduto un paio di settimane fa a una residente di Briana e la notizia è stata divulgata solo ieri e ora il Movimento 5 Stelle ha intenzione di portare la vicenda in consiglio comunale.

Dopo i primi sintomi, la donna si è fatta visitare, ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

NOALE

Un caso di Febbre del Nilo a Noale, la cosiddetta West Nile ma la paziente è stata già dimessa. Si tratta del secondo rilevato nel comprensorio, a Fornase di Spinea, dove è stato subito attivato il protocollo sanitario previsto. Anche a Noale il fatto è accaduto un paio di settimane fa a una residente di Briana e la notizia è stata divulgata solo ieri e ora il Movimento 5 Stelle ha intenzione di portare la vicenda in consiglio comunale.

Dopo i primi sintomi, la donna si è fatta visitare, sta bene dopo il ricovero all’ospedale di Dolo e in municipio assicurano che sono stati fatti tutti i trattamenti previsti. Infatti l’Asl 3 Serenissima ha avvertito il Comune di quanto successo ed è stato disposto il trattamento previsto. Il virus West Nile, trasmesso dalla zanzara del genere Culex pipiens è arrivato nella nostra Regione per la prima volta nel 2008. Quando una persona viene contagiata scatta un protocollo per la profilassi che prevede precise e mirate opere di disinfestazione attorno alla residenza della persona infettata. La prevenzione è importante; intanto bisogna proteggersi dalle punture di questo insetto, usando le zanzariere o i condizionatori quando si è in casa e usando dei repellenti cutanei quando si fa attività all’aperto.

Nei giardini, si consiglia di eliminare l’acqua stagnante, trattare le caditoie con larvicidi, coprire i bidoni d’acqua negli orti e svuotare quelli non usati, tenendo il verde sempre curato. —

Alessandro Ragazzo

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI