Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Insabbiamento della foce Sile messo in sicurezza

JESOLOSono terminati gli importanti lavori di sistemazione dell’assetto strutturale della foce del Sile, in località Punta Faro, al confine tra Jesolo e Cavallino-Treporti. Il cantiere era stato...

JESOLO

Sono terminati gli importanti lavori di sistemazione dell’assetto strutturale della foce del Sile, in località Punta Faro, al confine tra Jesolo e Cavallino-Treporti. Il cantiere era stato avviato lo scorso novembre e ha visto la Regione investire un milione e 400 mila euro. «L’intervento ha permesso di restringere e definire la foce del Sile attraverso la realizzazione di pennelli in roccia a mare», spiega l’assessore regionale Gianpaolo Bottacin, «opere strategiche per la difesa dell ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

JESOLO

Sono terminati gli importanti lavori di sistemazione dell’assetto strutturale della foce del Sile, in località Punta Faro, al confine tra Jesolo e Cavallino-Treporti. Il cantiere era stato avviato lo scorso novembre e ha visto la Regione investire un milione e 400 mila euro. «L’intervento ha permesso di restringere e definire la foce del Sile attraverso la realizzazione di pennelli in roccia a mare», spiega l’assessore regionale Gianpaolo Bottacin, «opere strategiche per la difesa delle nostre coste, con la funzione specifica di prevenire i fenomeni di insabbiamento della foce».

Sul piano tecnico l’intervento è stato studiato dal Genio civile litorale veneto. Il posizionamento dei pennelli in roccia, restringendo la foce, darà la possibilità di aumentare la forza della corrente d’acqua in uscita, prevenendo la formazione di banchi sabbiosi sotto costa. Le palancole già esistenti in acciaio sono state stabilizzate e utilizzate per definire il corretto posizionamento dei cassoni in cemento armato, riempiti con massi, su cui sono stati costruiti i pennelli in roccia.

«L’attuale definizione della foce del Sile, tramite il recupero delle palancole metalliche e i nuovi pennelli in roccia», conclude Bottacin, «è stata studiata anche con modellazioni idrauliche, per rispondere sia alle esigenze di navigabilità che a quelle di valorizzazione della foce».

I nuovi pennelli in roccia alla foce del Sile sono lunghi 44 metri sul lato Cavallino e 95 metri sulla sponda jesolana. L’intervento concluso rientra nel piano di opere programmate a difesa della costa, dalla risoluzione delle problematiche di interramento delle foci fluviali al ripascimento degli arenili. —

Giovanni Monforte

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI