Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Secondo caso d'infezione da West Nile in 24 ore. Ora i ricoverati sono tre

Un uomo di 59 anni di Pianiga aveva febbre alta e mal di testa da tre giorni. Il medico insospettito ha ordinato esami specifici che hanno portato all'individuazione del virus trasmesso dalle zanzare. Dopo Cavarzere e Mira nuovo focolaio nella nostra provincia

PIANIGA. Secondo caso in poche ore, terzo in appena due giorni, di infezione da virus del tipo West Nile in provincia di Venezia. 
Nella stessa giornata in cui era stato registrato l’allarme per l’uomo di Mira ricoverato per un encefalite all’ospedale di Dolo, un altro caso è stato confermato dalle autorità sanitarie a Pianiga.
 
Si tratta di un uomo di 59 anni abitante nella frazione di Mellaredo in una casetta familiare.
 
L’uomo da tre giorni accusava febbre alta associata a mal di test ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PIANIGA. Secondo caso in poche ore, terzo in appena due giorni, di infezione da virus del tipo West Nile in provincia di Venezia. 
Nella stessa giornata in cui era stato registrato l’allarme per l’uomo di Mira ricoverato per un encefalite all’ospedale di Dolo, un altro caso è stato confermato dalle autorità sanitarie a Pianiga.
 
Si tratta di un uomo di 59 anni abitante nella frazione di Mellaredo in una casetta familiare.
 
L’uomo da tre giorni accusava febbre alta associata a mal di testa. Il suo quadro clinico non sembrava preoccupante, ma alcuni sintomi hanno messo in guardia il medico di famiglia che ha ordinato esami specifici del sangue che hanno confermato la presenza di virus del Nilo occidentale, il West Nile appunto, che viene inboculato dalle zanzare del tipo “culex”.
 
Il paziente è stato ricoverato d’urgenza a Padova con una sospetta encefalite. Il quadro clinico dell’uomo viene definito grave ma stabile. 
 
Nella stessa giornata l’Usl 3 aveva avvisato il Comune di Mira dell’encefalite da virus West Nile che aveva colpito un altro uomo di Mira, abitante nella zona del Parco Poerio.
 
Il giorno precedente, invece, era stato comunicato il ricovero di un uomo di 70 anni di Cavarzere, portato d’urgenza all’ospedale di Rovigo.
Nella nostra provincia, quindi, sembra starsi sviluppando la tanto temuta diffusione delle malattie collegate al West Nile.
 
L’unica risposta, oltre alla cura dei soggetti colpiti, è la disinfestazione contro le zanzare adulte, specie nelle zone attorno a ricoveri che ospitano cavalli e asini, e azioni larvicide.
 
Nel caso specifico in serata l'Asl provvederà alla disinfestazione della casa sia dell'uomo di Mira che di quello di Pianiga, e delle zone vicine.
 
Il protocollo sanitario sviluppato dalla Regione Veneto prevede inoltre disinfestazioni speciali anche nelle zone e nei periodi interessati da manifestazioni di massa come feste o sagre.