Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Finti tecnici e agenti entrano in casa e truffano tre anziani

PORTOGRUARO. Chiedono di controllare il livello di inquinamento dell’acqua e una volta entrati in casa fanno sparire denaro e oggetti preziosi. Con questa tattica tre anziani residenti nel...

PORTOGRUARO. Chiedono di controllare il livello di inquinamento dell’acqua e una volta entrati in casa fanno sparire denaro e oggetti preziosi. Con questa tattica tre anziani residenti nel Portogruarese sono stati derubati da due falsi operatori. I tre casi si sono verificati tutti martedì pomeriggio: uno in centro storico a Portogruaro, uno a Lison, frazione della città del Lemene e uno a Cinto Caomaggiore. Le vittime hanno un’età compresa tra gli 83 e gli 86 anni.

Secondo quanto ricostruito ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PORTOGRUARO. Chiedono di controllare il livello di inquinamento dell’acqua e una volta entrati in casa fanno sparire denaro e oggetti preziosi. Con questa tattica tre anziani residenti nel Portogruarese sono stati derubati da due falsi operatori. I tre casi si sono verificati tutti martedì pomeriggio: uno in centro storico a Portogruaro, uno a Lison, frazione della città del Lemene e uno a Cinto Caomaggiore. Le vittime hanno un’età compresa tra gli 83 e gli 86 anni.

Secondo quanto ricostruito dai militari dell’arma, alle porte delle tre abitazioni si sono presentati due individui, uno qualificatosi come operatore delle forze di polizia e l’altro come idraulico. Con il pretesto di controllare il livello di inquinamento delle acque di casa, la coppia è riuscita a distrarre gli anziani riuscendo a portar via denaro in contante e preziosi, facendo poi perdere le tracce. Complessivamente il bottino è di 700euro in banconote, bracciali in oro, orologi, anelli, collane ed orecchini.

I tre anziani, solo dopo essersi resi conto del raggiro e del furto, non hanno potuto far altro che sporgere regolare denuncia rivolgendosi ai carabinieri di Portogruaro, che prontamente hanno fatto partire le indagini. Sempre martedì un caso simile si è verificato anche ad Aviano, nel vicino pordenonese, ai danni di una 86enne. In quel caso in azione sono entrate tre persone: un soggetto che si è presentato come dipendente di un’impresa di distribuzione del gas e poi un uomo ed una donna vestiti da carabinieri. Il trio, una volta carpita la fiducia dell’anziana e con un particolare stratagemma, è riuscito ad impossessarsi di un sacchetto contenente gioielli in oro per circa diecimila euro.

I militari dell’arma, a fronte di questi casi, consigliano sempre di porre la massima attenzione a chiunque suoni alla porta di casa, ma anche a movimenti di auto sospette, segnalando tutto alle forze dell’ordine.

Inoltre, qualora qualcuno si presenti in divisa, si può sempre chiamare il centralino dei carabinieri o della polizia, mettendo gli operatori di sicurezza nelle condizioni di verificare l’identità delle persone e anche mandare se necessario una pattuglia sul posto per gli accertamenti. —

Alessio Conforti. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .